Mezuki è il primo vero boss presente in Nioh 2. Continua a leggere la nostra guida per sapere come affrontarlo al meglio e, soprattutto, come riuscire a batterlo.

Si tratta di un enorme demone caratterizzato da una testa di cavallo e una spada gigante che colpisce molto duramente.

Nioh 2 guida

Come battere Mezuki

Come l'Enki incontrato in precedenza anche questo boss ti costringe a gestire la tua resistenza in modo efficiente dato che dovrai bloccare o schivare a seconda dell'attacco. Le tue aperture principali, ancora una volta, provengono dai contrattacchi esplosivi.

Mezuki ha due attacchi base a cui devi fare attenzione: le lunghe spazzate con la spada e il lancio di alcune anime oscure che ti inseguiranno.

Le spazzate puoi bloccarle con l'arma principale oppure stare a debita distanza. Per quanto riguarda le anime dovrai correre ai margini dell'area fino a quando non scompariranno nel terreno mentre ti inseguono.

Quando il Mezuki colpisce il terreno, significa che sta per inviare delle onde d'urto contro il tuo personaggio che puoi bloccare o schivare di lato.

Ha due attacchi esplosivi. Il primo è uno squarcio aereo con la sua spada, il secondo è un colpo di testa in carica.

Dopo aver esaurito la resistenza del boss, Mezuki ti trascina nel Regno Yokai. Qui la tua rigenerazione della resistenza è notevolmente rallentata a causa della presenza di molte pozzanghere oscure che dovrai continuare a purificare oppure l'intera arena ne sarà piena.

Nel regno Yokai, la strategia è sostanzialmente la stessa. Rimani sul bordo delle sue combo corpo a corpo, scappa dalle anime e interrompi i suoi attacchi con i contrattacchi esplosivi.