La conoscono tutti Sasha Grey. Uomini e donne che siano, e la conoscono solo per quei video lì. “Ne ho sentito parlare”, “Ah sì, non mi è nuova”, “Conosco il nome ma non l’ho mai vista”. Boiate. Chi dice di non conoscere Sasha Grey mente, lo fa solo per non voler dare l’impressione di essere uno/a sporcaccione/a. Perché Marina Ann Hantzis ha lasciato il mondo della pornografia nel 2011, ma a distanza di anni è ancora una delle pornodive più cercate ed amate in tutti i portali di intrattenimento per adulti. E adesso è anche seguitissima su Twitch.

Il motivo è che, banalmente, Sasha Grey ci ha saputo fare. Ma oggi, Sasha è un personaggio del tutto nuovo. Mentre molti pornodivi finiscono per rimanere comunque nell’ambiente una volta abbandonati i riflettori, tra produzioni, regia o management, lei è stata tra le poche personalità del settore a riuscire nell’impresa di ricostruirsi una immagine personale del tutto nuova. E non è facile, soprattutto per le donne. Il suo profilo Instagram è sobrissimo, posta foto di lei che gira per il mondo, del suo cane, di quando dorme dopo le cene delle festività, dei suoi spettacoli, e così via.

A suon di anni ed anni di commenti sui social sul livello di “Non ti riconoscevo vestita” e “Ti prego torna a fare film porno” che ora sono del tutto spariti, Sasha Grey nel 2020 è un’affermata attrice, scrittrice con tanto di trilogia in corso, DJ internazionale e fotografa per passione. E non solo, perché Sasha Grey è finita pure a giocare The Witcher 3 su Twitch. E non solo (2), ci gioca perché gli piace onestamente. Così come League of Legends, che di recente sta imparando a giocare da zero. Anche con una sana dose di autoironia visto che si definisce una niubba totale.

La cosa paradossale è che con il suo seguito potrebbe devastare letteralmente la concorrenza su Twitch, se solo lo volesse. Un abito succinto, un’allusione ogni tanto, e potrebbe far esplodere la piattaforma.

Invece Sasha Grey, che è stata una pornostar tra le più celebri di sempre, fa molto meno la pornostar di molte altre streamer su Twitch.

sasha grey amouranth twitch

In questo pessimo lavoro di Photoshop trovate un paio di foto natalizie tratte da due profili Instagram. Quello a sinistra è di Sasha Grey, quello a destra della streamer Amouranth, al secolo Kaitlyn Siragusa. Il caso più estremo di quelle gamer girlz di cui vi parlavamo qualche tempo fa, ma non così lontano da altre che non arrivano ad essere bandite dalla piattaforma con una certa periodicità come lei, ma fanno comunque uso di Twitch in un modo che fa riflettere se pensiamo che ci sono pornoattori e pornoattrici a comportarsi in maniera molto più sobria.

La lista è molto lunga e comprende Mia Malkova, Manuel Ferrara, Anny Aurora, Riley Reid e la nostrana Valentina Nappi tra i nomi più noti del mondo del cinema per adulti. Ed ovviamente Mia Khalifa, di cui allo stesso modo vi avevamo già parlato in passato. Tra questi c’è chi è durato molto poco, chi si è dimostrato un vero conoscitore del medium, chi l’ha fatto perché il gaming ed il Twitch sono una moda come una altra, ma va detto che nessuno di questi ha usato mezzucci di nessun tipo.

Perché Amouranth si china sulla webcam con la scusa di aggiustare un cavo dietro al monitor, rimanendo palesemente con la scollatura in primo piano, immobile, per svariati e svariati secondi. Balla su Just Dance con abiti striminziti che non lasciano nessuno spazio all’immaginazione. Poi fa ginnastica e… ci siamo capiti. E intendiamoci, non è una condanna questa, ma una constatazione del livello a cui si è arrivati su Twitch.

Non è un problema in sé che le ragazze ammicchino in cambio di donazioni, se non fosse che la parità di trattamento tra streamer spesso non viene rispettata. Ci sono creatori di contenuti che subiscono il banhammer per una clip di qualche secondo protetta da copyright, perché si tolgono la maglietta un attimo (maschi, si intende) mentre Amouranth e socie fanno il bello e il cattivo tempo subendo solo qualche giorno di sospensione, a fronte di altri canali chiusi fino a data da destinarsi. Quelle che non arrivano al punto di venire bannate sfruttano comunque la loro fisicità: magliette scollate, inquadrature dall’alto che fanno bene alla vista, ed un comportamento in generale esageratamente ammiccante verso gli spettatori.

sasha grey twitch

Tutto il contrario di Sasha Grey nel suo canale Twitch: gioca con una inquadratura che più sobria non si può, fa Q&A, apre la posta dei fan che gli arriva, fa live in cui cucina. È una ragazza normale che condivide le sue passioni con un pubblico. Perché tra le altre cose, ne sa anche un po’ di videogiochi.

Ed è ancora più incredibile vedere il tenore dei commenti durante le sue live. Ho assistito di tanto in tanto ai suoi stream, proprio per preparare questo articolo, e non c’è un solo commento fuori posto rispetto a quello che di solito si vede su Twitch nei confronti di qualcuno che porta i contenuti tipici. Non interviene neanche il moderatore praticamente, tolti i bot automatici che silurano commenti in caps lock o link esterni.

È straniante assistere a qualcosa del genere. In un momento in cui l’intrattenimento videoludico è diventato una vera e propria giungla, le ragazze ammiccano alle pornostar e le ex-pornostar sbarcano sulla piattaforma con tutta la sobrietà possibile. Chiaramente fa tutto parte della seconda vita di Sasha Grey di cui parlavamo poco sopra, e sarebbe stato assurdo vederla tornare a recitare (perché sempre di attrice si parla, mai dimenticarlo) la parte dell’assatanata in cerca di coccole estreme su Twitch.

Non è neanche un discorso da Vecchi Tromboni® sul genere dei “signora mia” o “si stava meglio quando si stava peggio”, perché ognuno è libero di fare ciò che vuole con il proprio corpo e la propria immagine finché non rovina la vita a nessun altro. Ma si parla di regole, di parità di trattamenti, e del fatto che Twitch ha ovviamente bisogno di ragazze del genere che popolano la piattaforma di utenti. L’equivalente digitale dell’ingresso gratuito per le ragazze in discoteca.

Non è che si stava meglio quando si stava peggio, ma forse si è perso un attimo il controllo?