I giochi dell'anno di VideoGamer Italia vi hanno accompagnato fino all'ultima settimana del 2019, ogni giorno con una o più categorie a simboleggiare la nostra volontà di andare come sempre sopra le righe e al contempo darvi indicazioni utili circa i titoli che ci sono piaciuti in questa stagione.

Gli undici membri della redazione hanno espresso il loro voto su un totale di dieci categorie, che abbiamo scoperto su una base giornaliera, con cinque candidati per ogni categoria e un voto disponibile a testa.

Oggi tocca al gioco dell'anno, a quello che è stato il miglior in assoluto, senza se e senza ma, senza distinzioni di genere e, ovviamente, con la sola soggettività degli autori di VideoGamer Italia a dettare legge.

La lotta, lo abbiamo detto per tutte le categorie e in questo caso forse vale ancora di più, è stata durissima ma alla fine l'ha spuntata uno solo tra questi cinque:

  • Death Stranding
  • Gears 5
  • Luigi's Mansion 3
  • Resident Evil 2
  • Control

And the winner is...

Gioco dell'anno - Death Stranding

Il gioco dell'anno di VideoGamer Italia è Death Stranding, l'ultima fatica di Hideo Kojima e la prima dopo la drammatica rottura con Konami, che l'ha visto trovare asilo sotto l'egida di Sony e con una nuova realtà indipendente.

Il titolo in questione non ha bisogno di grosse presentazioni, si è già portato a casa diverse statuette tra cui quella per la migliore storia, e per lui parla il 10 che gli abbiamo assegnato in sede di recensione.

Questo un estratto che troviamo particolarmente significativo:

"Death Stranding è sceso sulla Terra da un altro pianeta, da qualunque punto di vista lo si osservi: artisticamente, nella scelta e nell'esecuzione del cast, tecnicamente, e nella produzione di un gameplay che pareva lasciare adito a tante perplessità e si è invece rivelato capace di giocare una partita diversa su un campo diverso; capace di abbracciare e sfidare le convinzioni di chi Kojima è solo storia, Kojima farà un open world come tutti gli altri, e che invece ha finito per fare un videogioco di un altro pianeta".

Con ogni probabilità, il titolo di 'gioco dell'anno' gli sta persino stretto, perché siamo convinti che quando si tireranno le somme di questa generazione ci si dovrà confrontare ancora una volta con Death Stranding, e probabilmente lo stesso succederà quando si parlerà dei più grandi di sempre.

Ci siamo trovati mai come stavolta tutti d'accordo nell'assegnazione del premio all'esclusiva PS4: noi dello staff di VideoGamer Italia, e voi utenti che lo avete premiato appena pochi giorni fa.

Grazie per averci seguito in questo speciale calendario dell'avvento targato VideoGamer Italia, e speriamo il 2020 ci porti altrettanti grandi produzioni e grandi soddisfazioni videoludiche!