I giochi dell'anno di VideoGamer Italia vi accompagneranno fino all'ultima settimana del 2019, ogni giorno con una o più categorie a simboleggiare la nostra volontà di andare come sempre sopra le righe e al contempo darvi indicazioni utili circa i titoli che ci sono piaciuti in questa stagione.

Gli undici membri della redazione hanno espresso il loro voto su un totale di dieci categorie, che scopriremo su una base giornaliera a partire da oggi, con cinque candidati per ogni categoria e un voto disponibile a testa.

Il premio al miglior gioco indie è stato assegnato scegliendo tra le produzioni indipendenti e/o digitali che hanno affollato, dando quel tocco di originalità che non guasta mai e anzi ci piace riconoscere, il panorama videoludico nel 2019.

Queste le nomination:

  • Disco Elysium
  • Untitled Goose Game
  • Outer Wilds
  • Sayonara Wild Hearts
  • Cadence of Hyrule – Crypt of the Necrodancer

And the winner is...

Miglior gioco indie - Outer Wilds

La redazione di VideoGamer Italia ha premiato Outer Wilds come miglior gioco indie del 2019, omaggiando così l'estrema originalità del titolo della scuderia di Annapurna Interactive.

Una gemma rara che premia la curiosità e poggia su un telaio ludico che è tutto fuorché fine a se stesso: la trovata dei tot minuti da poter passare nell'universo del gioco prima che esploda fa parte sia della sua narrazione che del suo gameplay.

Nella mia recensione ne ho parlato così:

"La produzione di Mobius Digital Games e Annapurna Interactive esercita un fascino viscerale sugli amanti dei misteri e della fantascienza, e possiede un potenziale enorme che riesce ad esprimere grazie ad una massiccia dose di creatività applicata al gaming e una scrittura di qualità che trasuda dai muri, letteralmente, del gioco. E se nel gioco vi servirà un traduttore per comprendere i messaggi dei Nomai, confidiamo che le parole che abbiamo speso fin qui siano abbastanza chiare da spingervi a dargli una chance presto o tardi".

Se vi siete persi questa perla, la raccomandazione è recuperarla quanto più rapidamente possibile, e lo stesso suggerimento vale per almeno gran parte dei nominati!