I giochi dell'anno di VideoGamer Italia vi accompagneranno fino all'ultima settimana del 2019, ogni giorno con una o più categorie a simboleggiare la nostra volontà di andare come sempre sopra le righe e al contempo darvi indicazioni utili circa i titoli che ci sono piaciuti in questa stagione.

Gli undici membri della redazione hanno espresso il loro voto su un totale di dieci categorie, che scopriremo su una base giornaliera a partire da oggi, con cinque candidati per ogni categoria e un voto disponibile a testa.

Il Premio Dark Souls non ha bisogno di presentazioni: lo abbiamo assegnato al soulslike di maggiore spessore tra i tantissimi pubblicati quest'anno.

Nelle nomination abbiamo proposto giochi che hanno declinato in maniera più coraggiosa il filone, ma anche quelli imprescindibili e proprio dai suoi stessi creatori: chi l'avrà spuntata?

Questi i candidati:

  • Sekiro: Shadows Die Twice
  • Blasphemous
  • Code Vein
  • The Surge 2
  • Remnant: From the Ashes

And the winner is...

Miglior soulslike - Sekiro: Shadows Die Twice

Sekiro: Shadows Die Twice di From Software era innegabilmente uno dei prodotti più attesi della stagione, e ha mantenuto le promesse fatte non tanto prima del lancio quanto dal nome stesso dello sviluppatore.

Un soulslike che non ha rivoluzionato la formula ma ha fatto quanto basta per portarsi a casa il premio come gioco dell'anno a The Game  Awards 2019.

Il nostro Salvatore Pilò ci ha raccontato il primo impatto con il gioco, descrivendolo come uno dei "più singolari":

"Dovessi ripercorrere con la memoria tutti i miei primi impatti con un souls-like, certamente quello con Sekiro: Shadows Die twice è il più singolare ed interessante: ho provato sulla mia pelle un misto di impotenza, debolezza, solitudine e incertezza che non mai avevo avuto prima d’ora approcciando un titolo di questo genere".

Dei titoli di cui ci occuperemo in questa coda d'anno, per assegnare i premi per i migliori giochi del 2019, forse quello più complesso da approcciare per una run lampo; ma anche uno di quelli più fascinosi...