La Major League Baseball ha annunciato il rinnovo della partnership con Sony per la realizzazione di videogiochi basati sul marchio MLB.

La serie MLB The Show andrà avanti dunque grazie ad un accordo "su più anni" ma con una novità: l'accordo prevede che la serie diventi "multipiattaforma".

Il comunicato di MLB rivela che "la storica espansione delle partnership di lunga durata porterà MLB The Show per la prima volta su piattaforme console aggiuntive oltre alle piattaforme PlayStation nel 2021".

Lo sviluppatore rimarrà San Diego Studio, per cui il gioco sarà il primo a provenire da un team first party Sony e ad arrivare su una piattaforma esterna come potranno essere Xbox One, PC e Nintendo Switch.

L'account Twitter Xbox non ha trattenuto la felicità per la notizia e ha subito ricondiviso il cinguettio originale di MLB, spiegando che "non ci saranno più partite in trasferta" grazie all'arrivo del franchise su Xbox.

Esultanza simile è stata condivisa da Nintendo of America:

Giornata di esclusive che diventano multipiattaforma, evidentemente, quella di oggi, dal momento che anche Final Fantasy VII Remake è stato rivelato come "timed exclusive" per PS4 soltanto fino al 3 marzo 2021.