Cara Game Freak,

è un tuo fan che ti scrive, se mai riceverai questa lettera e avrai voglia di leggere queste parole. Con questa non voglio darvi contro, come tanti, a ragione, hanno deciso di fare in questi giorni anche se ne avrei pianamente diritto visto come state trattando uno dei brand più importanti, per il mercato ma soprattutto per me.

Non lo farò, però, e non lo farò perché Pokémon Spada e Pokémon Scudo mi hanno emozionato, mi hanno fatto rivivere la magia e le gioie di quando ero bambino e fra i banchi di scuola delle elementari ci passavamo leggende metropolitane e sorridevamo con gusto quando Gabriele ci mostrava un Pokémon che nessuno di noi aveva mai visto.

Non vi voglio dedicare brutte parole perché Pokémon Spada e Pokémon Scudo rappresentano comunque qualcosa di unico e potente per il mondo Pokémon e nonostante tutto hanno saputo riportarmi alla memoria momenti felici e mi hanno regalato interazioni speciali con amici a grande distanza da me con i quali, magari, si scambiava solo qualche parola qua e la.

Vedi cara Game Freak, Pokémon Spada e Pokémon Scudo mi hanno regalato un viaggio speciale, un viaggio che mi porterò nel cuore e che difficilmente dimenticherò, similmente a quanto è successo a Kanto e a Johto circa 20 anni fa. Non mi capitava più da troppo tempo quella sensazione di meraviglia di fronte ad un gioco Pokémon: non sapere cosa si celava nell’erba alta, allenare costantemente un mostriciattolo solo per sapere se poteva evolversi e in cosa.

Affezionarmi a personaggi e storia al punto da rimanerci molto male in più di un’occasione. Non sentivo certe emozioni giocando ad un gioco Pokémon da così tanto tempo che avevo quasi perso le speranze: sentivo di essermi slegato dal brand e di essere “cresciuto” in un modo che non saprei nemmeno identificare.

L’ottava generazione ha rappresentato per me, oggi, un punto di svolta notevole facendomi crescere nuovamente l’amore per una serie che avevo disimparato ad apprezzare, e lo avevo fatto per causa tua, a causa dei tuoi numerosi errori e scivoloni che mi hanno portato, fino ad una settimana fa, a sperare che il brand chiudesse definitivamente.

Pokémon Spada e Pokémon Scudo sono riusciti a farmi ricredere e farmi vivere, nuovamente, sulla pelle cosa vuol dire divertirsi videogiocando, sorridere, emozionarsi di fronte alle novità, che siano esse belle o brutte, e mi hanno insegnato di nuovo quanto bello ed incredibile è il mondo Pokémon.

Per questo, mia cara Game Freak, sento il bisogno di ringraziarti per quanto, nonostante gli acclamati problemi che affronti, sei riuscita a confezionare per me e per noi tutti fan del mondo Pokémon.

Ho bisogno di ringraziarti perché Pokémon Spada e Pokémon Scudo sono, almeno secondo me, i migliori capitoli del brand per un numero così importante di motivi che non finirei mai di elencarteli, ma sono conscio che questi motivi tu li conosci benissimo.

Sei tu che hai inserito i Dischi Tecnici nel gioco, sei tu che hai dato vita a creature come Cramorant e sei sempre tu quella che ha dato vita a Galar, alla sua lore e alle sue leggende. Quindi, mia cara Game Freak non smetterò mai di ringraziarti per tutto quello che sei riuscita a fare con Pokémon Spada e Pokémon Scudo nonostante le difficoltà.

pokemon spada e scudo

Però, cara Game Freak, da fan e da videogiocatore non riesco a rimanere impassibile di fronte a quanto, invece, non sei riuscita a fare e non sei ancora in grado di offrire ai tuoi più affezionati giocatori. Non riesco a non avere paura per il futuro del brand dopo aver concluso la mia avventura a Galar e non riesco a non odiarti, anche solo un pochino, per come stai trattando questa serie che meriterebbe una mano decisamente più esperta nello sviluppo di un videogioco.

Vedi, cara Game Freak, oggi, nel 2019 quasi 2020, sono un uomo adulto che purtroppo, o per fortuna, gioca ai videogiochi spogliato di quel velo di ingenuità e fantasia che aveva quando era un bambino.

Vedi, cara Game Freak, se avessi giocato Pokémon Spada e Pokémon Scudo nella stessa età in cui mi si chiedeva per la prima volta di scegliere Charmender, Squirtle o Bulbasaur, non avrei notato nessun difetto e anzi, avrei difeso a spada (e scudo) tratta la tua opera definendola probabilmente il miglior gioco della mia vita.

Purtroppo però sono diventato grande e, non me ne volere, non riesco a non vedere tutti questi problemi che rovinano la magia del gioco e che mi ricordano, costantemente, quanto fa schifo essere cresciuti rendendomi impossibile il pieno godimento di una produzione simile.

Cara Game Freak, oggi, nel 2020 è inaccettabile quella qualità tecnica, quelle texture in bassa definizione che regnano su ogni città, è inaccettabile trovarsi percorsi completamente dritti in cui è impossibile perdersi (ma tu te lo ricordi il Tunnelroccioso, eh Game freak? Lo hai fatto sempre tu) e trovo inaccettabili le animazioni dei Pokémon in battaglia.

pokemon spada e scudo

Non ce la faccio più a vedere un effetto luminoso che parte dal mio mostriciattolo e finisce sull’avversario, non ce la faccio più a salire su una Monorotaia e vedere lo schermo nero per la durata di un caricamento.

Ma tu ricordi di essere stata proprio tu a sviluppare Oro, Argento e Cristallo? Quei giochi dove prendendo il treno mostravano l’animazione del treno che andava, ad esempio. Quindi mi spieghi cosa succede? Mi spieghi perché le Terre Selvagge sono una vasta distesa di niente senza scopo? Mi spieghi perché la palestra di tipo Folletto proponeva lo stesso modello di personaggio con un nome diverso ogni volta?

Game Freak, vedi, io ci provo, ci ho provato, a fare finta che tutto ciò non sia reale. Io vorrei con tutto il cuore che Pokémon Spada e Pokémon Scudo sia dei bei videogiochi, ma, purtroppo, si tratta solo dei bei videogiochi di Pokémon, e non basta più. Lo sai vero?

Vedi, Game Freak, io non ce la faccio più a passare intere settimane inutilmente a fare uova, a cercare di creare un Pokémon valido competitivamente perché tu, ancora, fai finta che il tuo gioco che non sia giocato in modo competitivo nonostante i soldi che smuovono quei tornei.

Io non ci riesco più a vedere quello che stai facendo con Pokémon e tutto quello che gli ruota attorno. Sono stanco di prendere un mano un nuovo capitolo e dover sperare che tu sia riuscita a fare il salto, non ne ho più il tempo e rischi di farmi perdere (di nuovo) la voglia.

...

Con Pokémon Spada e Pokémon Scudo sei riuscita a dimostrare che puoi farcela a migliorare e che, quantomeno, ti ci stai impegnando. Ora ti chiedo il favore, il piacere, di farti sentire con chi di dovere, di crescere per far crescere bene il tuo bambino perché non siamo più nel 1996 e siamo tutti un poco stanchi di quanto poco tu, purtroppo, riesci a fare.