Con Death Stranding, siamo di fronte ad uno dei giochi più complessi su cui ci sia mai capitato di mettere gli occhi: se sotto il profilo della trama ne eravamo praticamente certi, per quanto riguarda il gameplay sarebbe stato forse lecito attendersi qualcosa di più masticabile, ma almeno all'apparenza Hideo Kojima ha provato a proporre un titolo totalmente nuovo che non si identificasse in un determinato genere e, anzi, provasse a coniarne uno ex novo.

Tenendo tutto questo, abbiamo pensato di raccogliere un po' di suggerimenti sparsi per la rete e fare mente locale su quello che potrebbe servirvi nel corso del primo viaggio in Death Stranding, un gioco in cui - è vero - dovrete consegnare tanta, tanta roba - ma anche uno in cui dovrete farlo prestando attenzione ad un sacco di elementi collaterali e non, che determineranno il successo della vostra missione di consegna.

Come ogni buon open world, il titolo di Kojima Productions si aprirà realmente dopo una fase iniziale che fungerà da prologo o quasi, e questa fase terminerà con l'inizio del capitolo 3. Il capitolo 3 è particolarmente lungo, per cui vi fornirà una grande libertà d'approccio e un primo sguardo alle potenzialità della grande mappa del gioco; godetevi i primi due capitoli, insomma, ma aspettatevi un'apertura massiccia a tutte le funzionalità del titolo soltanto da qui in poi.

death stranding consigli

Capitolo 3 e approccio non letale

Uno dei consigli più interessanti, dal momento che nel cap 3 verrà data la possibilità di iniziare a costruire, è cominciare a costruire strade anche se non vi verrà strettamente richiesto: farlo lungo il tragitto principale vi consentirà di risparmiare del tempo e delle risorse per quando invece ne avrete bisogno per il completamento della storia, un particolare di non poco conto. Un altro buon suggerimento è viaggiare leggeri.

Come in ogni buon A Hideo Kojima Game, l'approccio non letale è altamente consigliabile, dal momento che nel gioco ci ritroveremo a confrontarci con creature molto potenti con cui non varrà troppo la pena misurarsi. In tal senso è suggeribile viaggiare leggeri, senza armarsi di tutto punto, così da muoversi più agilmente e più silenziosamente (le armi da fuoco sono parecchio rumorose e attirano altre creature, tra parentesi), ed evitare scontri anche a costo di allungare il tragitto, giacché farlo vi consentirà comunque di risparmiare il tempo di uscirne vittoriosi o peggio sconfitti dopo una lunga battaglia.

Se proprio dobbiamo parlare di armi, considerate il fucile con silenziatore (non letale) o la bola gun in modo da mandare al tappeto il vostro avversario quanto prima e senza attirare nemici di sorta; nel caso in cui doveste attirare dei Muli, valutate l'idea di prendere l'oggetto che hanno puntato dal vostro equipaggiamento e di lasciarlo per strada, così da averli impegnati  ad identificarlo e sgraffignarlo e lasciarvi liberi di proseguire nella missione di consegna. Ovviamente, non lasciate il vostro carico!

death stranding consigli

Carico e viaggio

La gestione e la cura del carico è particolarmente importante, infatti, nell'economia di Death Stranding: come abbiamo già visto in passato, Hideo Kojima implementa sistemi di valutazione del lavoro del giocatore, e nemmeno l'esclusiva PS4 costituisce un'eccezione in tal senso. Badate a non danneggiare il carico o al più portate con voi lo spray riparante se pensate che stiate per intraprendere un percorso particolarmente impervio, e questo dovrebbe bastarvi a superare la prova progettata per voi con un "voto" accettabile.

Portate con voi il minimo indispensabile, come una scala, una granata, qualche fune per l'arrampicata se programmate di muovervi in verticale, e se avete in mente di fare viaggi molto lunghi non dimenticate di portare con voi un secondo paio di scarpe poiché il primo tenderà ad usurarsi prima che arriviate a destinazione (con conseguenti ripercussioni sulla salute di Sam). Un altro trucchetto è ideare rotte che vi consentano di fare più missioni insieme nello stesso tragitto: risparmierete usura ai vostri oggetti e accelererete la progressione nel gioco senza perdervi alcunché.

Anche Death Stranding, a proposito di tragitti, è equipaggiato con un sistema di viaggio rapido, ma Kojima Productions ha pensato bene di progettare un sistema di pro e contro che arrivano con questa meccanica in modo da evitare che gli utenti ne abusassero e si perdessero la magia delle ambientazioni: il viaggio rapido viene sbloccato nel capitolo 3 di cui parlavamo prima, ma è consigliabile utilizzarlo soltanto per accettare missioni molto lontano e non per completarle. Questo perché usarlo vi farà perdere tutti gli oggetti non equipaggiati direttamente su Sam.

death stranding consigli

Sam e BB

Quanto a Sam, invece, sarà vostro compito badare a due cose: la salute del vostro personaggio e lo stato mentale del vostro BB, Bridges Baby. In primis, assicuratevi di riposare spesso presso le stanze private, che sono disponibili in ogni zona sicura od accampamento in cui vi potrete dirigere. Così facendo recupererete resistenza (stamina), potrete farvi una doccia per creare granate speciali dai fluidi corporei del protagonista ed usare lo spogliatoio per equipaggiare oggetti di personalizzazione, nonché personalizzare la stanza stessa.

Un altro aspetto di non poco conto è la consultazione del database e delle mail, in modo da non perdersi niente della storia. Come anticipavamo, la trama di Death Stranding è particolarmente articolata, ricca di lore e terminologie con cui potreste non avere familiarità né acquisirla abbastanza in fretta. In tal senso, avrete accesso nella stanza privata ad un terminale con il database pieno di tutti i termini che potreste voler imparare, così come un terminale con tutte le mail inviatevi dalle persone a cui avrete consegnato dei pacchi, e questo vi sarà molto utile ai fini della comprensione della storia.

Infine, dovrete badare al vostro BB e in particolare tenerlo felice in modo che possa tornarvi utile così come era stato progettato durante le missioni di consegna. Nel caso in cui vi imbatteste troppo spesso nelle Creature Arenate o vi perdeste nel loro territorio, il bambino entrerà in uno stato di autotossemia in cui acquisirà tossine che potranno impedirgli di percepire le CA e dal quale potrà essere riparato soltanto presso le stanze private. Nel caso doveste cadere e perderlo, il vostro BB potrebbe iniziare a piangere e dovrete cullarlo con L1 + tasto direzionale giù per calmarlo o in alternativa fate un bagno caldo.

...

Questi sono i primi suggerimenti per iniziare la vostra avventura - non dimenticate di seguire la nostra guida di Death Stranding per scoprirne degli altri!