In un'intervista concessa ad Eurogamer.net, Yoshinori Ono si è sbottonato finalmente sulla questione Deep Down, il titolo presentato al reveal di PlayStation 4 e mai più visto da allora.

Il gioco, a quanto si è visto una sorta di dungeon crawler procedurale, è stato in sviluppo per qualche tempo presso Capcom prima di venire mollato, evidentemente, per qualche ragione.

"Il team originale chiaramente non è più insieme a questo punto", ha ammesso Ono, che tra le altre cose si occupa di Street Fighter e dei picchiaduro della casa giapponese.

"Ma se avete notato abbiamo mantenuto il trademark, significa che non abbiamo mollato il titolo completamente", ha però aggiunto a proposito del futuro.

"Avevamo il concept sviluppato un po' oltre quello", ha inoltre spiegato a proposito della demo che era stata resa giocabile ad un Tokyo Game Show.

Lo sviluppo era dunque andato avanti per qualche tempo prima di incagliarsi su alcune difficoltà o scelte manageriali, ed è un peccato perché Deep Down sembrava molto promettente.

Fonte