Sono passati oramai tre mesi dal lancio ufficiale di Nintendo Switch Lite, la versione "ridotta" della console ibrida della Grande N che ha già riscosso un enorme successo.

Nonostante i mesi passati è possibile che qualcuno si stia avvicinando ora al mondo del colosso di Kyoto e sia indeciso su quale delle sue versioni acquistare: quella normale o quella Lite? Questa guida vi aiuterà nella scelta evidenziandone le differenze.

Partendo dalle differenze più evidenti, ovvero la grandezza e la maneggevolezza, la versione Lite di Nintendo Switch è grande 23,9 cm x 10,16 cm x 1,4 cm e un peso di 275 grammi, contro i 23,9 cm 10,16 cm x 1,4 cm e 399 grammi della sorella maggiore.

Differenza Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite

Cosa cambia con l'originale Nintendo Switch

Per quanto riguarda lo schermo, abbiamo una diminuzione di circa 0,7 pollici per quanto riguarda Nintendo Switch Lite (5,5 pollici contro i 6,2 della versione normale). Questa versione ridotta della console è, per l'appunto, più compatta dell'originale.

Identica è invece la base hardware, con l'oramai più che testato processore octa-core su SoC Tegra X1 con 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibile via MicroSD.

Un'importante differenza con l'originale Switch è l'impossibilità di giocare su schermo tramite la dock: la versione Lite è infatti esclusivamente pensata per i titoli da giocare in mobilità. Tra di essi possiamo trovare, come esempio, Super Smash Bros. Ultimate, Mario Kart 8 Deluxe o Super Mario Maker 2.

Assenti anche i Joy-Con, divenuti famosi grazie alla sorella maggiore. Con questa versione "ridotta" della console sarà infatti possibile staccarli dall'hardware principale. Altro importante cambiamento tra le due piattaforma è la durata della batteria, con 7 ore di durata della versione Lite contro le 6,5 della standard.

Parlando di differenze di prezzo, Nintendo Switch Lite viene ovviamente a costare di meno rispetto alla versione normale. Stiamo parlando di un prezzo consigliato di €219 contro i €329 di Nintendo Switch.