Se avete visto il trailer d'annuncio di Diablo IV durante la BlizzCon 2019, potreste chiedervi chi sia l'essere demoniaco che è disceso da un portale sanguinante fatto della sua stessa pelle per posarsi sul terreno della camera di evocazione e facendo diventare il portale carnoso il suo stesso mantello. Di chi si tratta dunque?

Il suo nome è Lilith, figlia dell'odio e madre dei Nefilim.

Lilith, la figlia di Mefisto di Diablo II, è anche la regina dei succubi. Secondo la tradizione di Diablo, si innamorò dell'arcangelo Inarius. I due per sfuggire alla persecuzione causata dalla loro unione, hanno rubato la Pietra del Mondo e l'hanno usata per creare il mondo di Sanctuary ovvero il mondo di Diablo in cui i personaggi creati da noi giocatori hanno distrutto i demoni dal gioco originale rilasciato nel 1996.

Alla fine, i due ebbero una progenie: Linarian, primo di una razza ibrida da Angeli e Demoni chiamata Nefilim.

I Nefilim nacquero immortali, come angeli e demoni, ma così potenti da surclassarli. Questo destò molta preoccupazione tra gli abitanti di Sanctuarium, tanto che alcuni proposero come soluzione il genocidio dei Nefilim.

Lilith, preoccupata per il destino dei suoi figli, fu colta da una furia omicida e sterminò tutti gli angeli e tutti i demoni presenti nel mondo. Inarius vide ciò che la sua compagna aveva fatto e la bandì nel Vuoto, poiché non ebbe il coraggio di ucciderla. Ma non ebbe nemmeno la forza di sterminare la sua stirpe, per cui decise di modificare la Pietra del Mondo in modo tale che ad ogni generazione i Nefilim diventassero sempre più deboli, fino a diventare gli esseri mortali noti come Umani. Nel corso degli anni, gli Umani popolarono tutto Sanctuarium.

Nel trailer mostrato durante la Blizzcon possiamo vedere una Lilith rinata, regale e presuntuosa. Il suo sguardo è gelido, privo della passione che si potrebbe associare a una succube.

Perché Blizzard ha scelto lei come il nuovo grande cattivo di Diablo IV? Tanto per cominciare, non è del tutto cattiva, o almeno non cattiva come gli altri demoni. In passato ha dimostrato di avere la capacità di amare e di prendersi cura degli altri. La nostra conoscenza delle sue precedenti motivazioni mostra che le sue decisioni, sebbene sanguinarie, potrebbero essere state prese in nome di un bene superiore. Secondo il libro delle tradizioni pubblicato da Blizzard, chiamato Il libro di Caino, Lilith stava infatti cercando di porre fine all'eterno conflitto tra Paradiso e Inferno una volta per tutte.

Grazie alla presenza di un nemico complesso Diablo IV potrebbe avere una narrazione più accattivante rispetto ai suoi predecessori, pur mantenendo l'atmosfera oscura e gotica della serie.

Diablo 4 Lilith