Dopo essere sbarcato qualche mese fa su PlayStation 4, Intruders: Hide and Seek arriva anche su PC, portando con se la sua avventura all'insegna di segreti e bambini più intelligenti degli adulti.

Parliamo di un'esperienza essenzialmente molto breve e basata su un paio di meccaniche estremamente note al grande pubblico, il titolo è giocabile soprattutto in VR, ma si potrà esperire il gioco anche semplicemente con un monitor e pad alla mano.

Intruders: Hide and Seek ci mette nei panni di Ben, un bambino che insieme alla sorellina e alla sua famiglia stanno ritornando a casa dopo che i genitori hanno deciso di ristrutturarla. Fin da subito sembra una famiglia normalissima: il padre è medico e sembra essere coinvolto in grandi giri di affari presso una società farmaceutica.

Ovviamente la casa, non è un semplice appartamento, ma una villa di tre piani sperduta in un parco naturale. Non il luogo più frequentato della zona, insomma.

Tutto sembra andare per il meglio, fino a quando una notte qualcosa accade. Nostra madre sente dei rumori fuori dalla casa e decide di andare a vedere: scelta sbagliatissima. Infatti, ad attenderla ci saranno tre criminali che irromperanno in casa alla ricerca di qualcosa.

Fortuna vuole che nello stesso momento, Ben insieme alla sorella, scopriranno una stanza anti-panico nascosta nel garage. Qui ci lasceremo la ragazzina, mentre noi da bravi avventurieri decideremo di andare a salvare la situazione, provando chiamare aiuto.

Il gioco della software house ispanica di Tessera Studios rivela il suo gameplay già nel titolo. Si tratta, infatti, di una lunga sessione di nascondino, in cui dovremo sostanzialmente girare per casa, muovendoci da un obiettivo all'altro ed evitando i tre malintenzionati.

Per farlo avremo solo pochi nascondigli e tanta tanta furtività. Si parla di un titolo senza troppe pretese e proprio queste ultime alla fine non devono prevalere. Non parliamo di un gioco estremamente complesso e profondo e le meccaniche risultano estremamente semplificate.

Ben non avrà armi a sua disposizione. Potrà solo camminare o correre in piedi o da accucciato, mentre potrà nascondersi nei vari armadietti sparsi in giro per casa.

Non manca nemmeno il back-trakking che ci costringerà a girovagare avanti ed indietro per la casa, alcune volte proprio per guadagnare tempo e non far durare l'esperienza di gioco meno di un paio d'ore.

Quest'ultima è proprio la lunghezza effettiva di tutta l'esperienza, a meno che non vogliate cercare i diversi collezionabili sparsi in giro per casa.

A cercare di trovarci, come detto ci saranno tre criminali. Tutti con caratteristiche fisiche diverse, ma con la stessa identica intelligenza artificiale. Di conseguenza non saranno tre diversi nemici da affrontare, ma verranno sollecitati dalle medesime iterazioni.

Il rumore dei nostri passi sarà, infatti, un campanello d'allerta per tutti, così come lo sgusciare davanti alle loro torce. C'è da dire che come spesso accade, l'intelligenza artificiale dei nemici è estremamente ridotta, semplicemente reagiranno a quanto detto, ma avranno dei pattern stabiliti per ogni singolo livello del gioco.

Sotto questo punto di vista il titolo non ci sorprenderà mai, ma semplicemente cercherà di metterci in difficoltà posizionando i nemici in luoghi che ci costringeranno a giri molto lunghi oppure a sfruttare alcuni script od oggetti. Per esempio entrare in una stanza in cui fare cadere delle stecche da biliardo o accendere la radio, tutte azioni che li attireranno sul luogo del rumore per poi permetterci di allontanarci furtivamente.

Il tutto verrà svolto nel tentativo di portare a termine i diversi obiettivi che ci verranno imposti dalla sorella o dai genitori e qui andiamo direttamente sui punti dolenti. Ok che dura un paio d'ore, ma nonostante questo molte delle cose che dovremo fare non avranno veramente senso.

In una di queste missioni dovremo recuperare una password forse scritta su un libro di poesie dall'altra parte delle casa, solo perché nostra sorella avrà visto nostro padre leggere quel determinato libro qualche giorno prima.

Ricordiamoci che parliamo di bambini di circa 7 o 8 anni, non proprio degli investigatori privati o degli agenti speciali. Sentir parlare una ragazzina di “sblocco delle porte” da remoto fa veramente ridere e distrugge completamente l'enfasi pseudo-horror che gli sviluppatori volevano evidentemente costruire.

A far ridere sono anche i malintenzionati, che ad un certo punto riveleranno di voler accedere in una particolare sezione della casa chiusa da un codice. Peccato che la finestra di quella sezione della casa è aperta e noi da bravi bambini riusciremo ad accedervi tranquillamente, mentre dei criminali esperti no.

Leggerezze che fanno sorridere si, ma che sicuramente potevano essere evitate con una struttura narrativa scritta decisamente meglio. A ciò si aggiunge un finale ricco di cliché ed una scelta veramente stupida sotto molteplici punti di vista.

Purtroppo non è facile salvare qualcosa di un titolo che offre poco, se non una versione castrata e molto priva di senso del film Panic Room con Jodie Foster, fusa ad una versione bacata di Alien Isolation.

Dal punto di vista tecnico, il gioco fa il suo. Il design dell'ambiente e dei personaggi, per lo meno, è caratteristico e riesce a farsi ricordare. Non così bene vanno le animazioni o anche alcuni elementi della scenografia.

Capiterà di passare dietro a mobili aperti da cui è possibile vedere dell'altra parte, ma che saranno come dei muri di cemento per l'intelligenza artificiale del gioco e che di conseguenza ci nasconderanno completamente.

Anche l'audio fa il suo, non esalta o aiuto in alcun modo. Piccola nota di merito al doppiaggio che riesce ad essere proporzionato alla trama, senza mai scadere nell'overacting.

In conclusione Intruders: Hide and Seek è un titolo debole sotto molti punti di vista. L'idea di passarci solo un paio d'ore non incentiva moltissimo, anche se si tratta di un'esperienza VR, considerando che da questo punto di vista ci sono titolo ben più brevi e di caratura decisamente migliore.

Disponibile per PC (versione provata) e PS4.