Shawn Layden ieri ha lasciato la dirigenza dei PlayStation Worldwide Studios.

Si tratta di un abbandono inaspettato e curioso, tenendo in conto quanto sia prossimo il cambio generazionale (da PS4 a PS5) e considerando il fatto che Layden non abbia scritto assolutamente niente sui propri profili social.

Stando alle dichiarazioni di un anonimo, raccolte dai ragazzi di GameDaily.biz, Shawn Layden sarebbe stato in realtà cacciato via dalla compagnia per vari motivi: la mancanza di una visione chiara sulla transizione verso PS5 e una ristrutturazione interna che ha portato Sony a cambiare il modo di gestire il marketing a livello globale.

A causa di ciò i team interni e di terze parti della compagnia sono stati tenuti all'oscuro della maggior parte dei dettagli della console, complicando i processi di progettazione e sviluppo.

Questi fattori uniti alle divergenze con l'attuale presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, avrebbero causato l'allontanamento di Layden.

Jim Ryan e Layden sono arrivati sostanzialmente ai ferri corti, il primo infatti spinge molto per il cloud-gaming, mentre il secondo era orientato al single-player e al cross-play, verso cui Ryan è sempre stato ostile.

sony

[wp_ad_camp_1]