Bloodstained: Ritual of the Night è stato accolto in modo molto positivo sia dalla critica che dai videogiocatori, ma il director Koji Igarashi ha spiegato che la sua realizzazione non è stato affatto semplice.

Intervistato da Game Informer (via Destructoid), lo sviluppatore ha dichiarato che sviluppare un titolo per diverse piattaforme dovendosi affidare alla raccolta fondi su Kickstarter non è risultato essere difficile:

"Quando lavori con uno studio in outsourcing, può risultare difficile rispettare la qualità quando le cose continuano a cambiare. Con Bloodstained, abbiamo prima di tutto delineato gli obiettivi con lo studio outsource e ci siamo assicurati che risultassero chiare le nostre necessità, ma anche con una programmazione ben definita è stato difficile".

Per questo motivo, la versione Nintendo Switch del gioco non ha affatto soddisfatto Igarashi, il quale ha commentato: "Non mi aspettavo che sarebbe uscita in uno stato così negativo".

Nonostante ciò, Igarashi ha confessato di voler trasformare Bloodstained in una vera e propria serie, e forse in futuro potrebbe venire annunciato un seguito. Tuttavia questo non precluderà l'arrivo di "nuovi giochi dello stesso genere ambientati in universi differenti".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

nintendo