Shuhei Yoshida, presidente di Sony Interactive Entertainment Worldwide Studios,durante il Tokyo Game Show 2019 ha dichiarato che potrebbe essere interessato ad acquisire studi di sviluppo asiatici al di fuori del Giappone.

"Esiste la possibilità che gli sviluppatori asiatici possano unirsi a noi in futuro e, quando ciò accadrà, inizieremo a pensare che sarebbe interessante creare giochi anche per il mercato asiatico", ha detto Yoshida, come condiviso su ResetEra.

I giochi di cui si parla sicuramente dovranno essere adattati ai gusti dei giocatori in quella regione, e potrebbero diventare persino più remunerativi di quelli venduti nei territori occidentali poiché i videogiocatori asiatici sembrano nel complesso più desiderosi di spendere in microtransazioni e rimanere impegnati sui titoli per un periodo più lungo.

Per ora non si conoscono ulteriori dettagli a riguardo.

Cosa ne pensate delle parole di Yoshida? Ditecelo nei commenti.

[wp_ad_camp_1]