Dopo il lungo gameplay mostrato al Tokyo Game Show 2019, Hideo Kojima ha in seguito risposto a numerose domande inerenti il suo Death Stranding, rivelando anche qualche dettaglio in più sul sistema di "morte" presente nel titolo.

Il noto game designer ha iniziato ad elencare vari esempi in cui il giocatore potrebbe morire. Ad esempio, cadendo da una certa altezza potremmo incontrare la morte che, però, non è un game over "tradizionale".

"Ti ritroverai in un mondo sottosopra, in cui dovrai cercare la strada per tornare nel mondo dei vivi", ha spiegato Kojima. "Se si muore, dovrai trovare il tuo corpo nel vuoto e poi tornare. Non si tratta di un game over. Ovviamente, se si fallisce una missione bisognerà farla nuovamente per procedere con la storia".

L'intervista continua ricordando il cameo di Geoff Keighley in Death Stranding e, in relazione ad altri omaggi a persone reali, Kojima ha fatto capire che ce ne potrebbero essere altri: "circolano già molte voci in rete, chi sarà in un cameo? Ci sono varie persone".

Cosa ne pensate di queste nuove informazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Death Stranding sarà disponibile a partire dal prossimo 8 novembre 2019 in esclusiva su PlayStation 4.

Death Stranding