Death Stranding è senza dubbio uno dei giochi più attesi di questa generazione, ed Hideo Kojima è stato molto abile nel creare un alone di mistero intorno a questo titolo.

Oltre ad essere una delle ultime esclusive ad approdare su PlayStation 4, sarà anche il primo videogioco da indipendente di Kojima dopo la separazione con Konami.

Riguardo la separazione, il noto game designer, intervistato da Julien Chièze (traduzione riportata da Reddit), ha svelato che dopo aver abbandonato gli studi della compagnia nipponica lui e lo staff della neo-Kojima Productions hanno subito iniziato a lavorare a nuovi progetti.

"Nel 2016 eravamo un pungo di persone in un piccolo ufficio e nel giugno dello stesso mese abbiamo iniziato le fasi di game design e casting quasi alla ceca. E' come una maratona dove la parte più difficile è quella centrale".

"La prima parte è facile in quanto tutti sono pieni di energia, nella centrale non riesci a vederne la fine e ti viene da pensare che sia infinita. Onestamente più ci avvicinavamo alla fine e più ci dava energia".

"Ho avuto molte idee e concept ma ad essere onesto Death Stranding non è stata la prima, anzi direi l'ultima. C'è stato un altro gioco che ho dovuto abbandonare e che probabilmente non tornerà mai più. Ed è così che è nato Death Stranding".

Dunque l'opera di Kojima non è altro che il risultato di un altro progetto scartato che non avremo mai l'occasione di vedere in azione.

Cosa ne pensate di questa notizia? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Death Stranding sarà disponibile a partire dal prossimo 8 novembre 2019 in esclusiva su PlayStation 4.

Death Stranding

[wp_ad_camp_1]