Durante una recente intervista per Metro, il senior concept artist di CD Projekt RED, Marthe Jonkers, ha parlato ancora una volta dell’atteso Cyberpunk 2077.

Secondo le parole di Jonkers, il titolo in questione sarà un videogioco per tutti gli utenti in quanto lo studio di sviluppo ha fatto in modo che potesse essere il più inclusivo possibile.

"Vogliamo davvero realizzare un videogioco fortemente inclusivo. Naturalmente, se affronti determinati argomenti, ti aspetti che le persone abbiano un’opinione al riguardo e noi lo rispettiamo", ha spiegato lo sviluppatore.

"Ed è positivo che le persone ci diano feedback. E il nostro menu di creazione del personaggio, ad esempio, rispetto all'ultima demo, offre adesso molte più opzioni. Ad esempio, non scegli più il tuo genere".

"Non scegli, 'Voglio essere un personaggio femminile o maschile', ora scegli un tipo di corpo. Perché desideriamo che tu ti senta libero di creare qualsiasi personaggio tu voglia. Quindi scegli il tuo tipo di corpo ed una tra le due voci disponibili, una maschile ed una femminile".

"Puoi mescolare e abbinare. Puoi semplicemente collegarli come preferisci. E poi abbiamo introdotto molte nuove tonalità della pelle extra, tatuaggi e acconciature. Il nostro team è molto internazionale e molto diversificato, ma abbiamo chiesto molti feedback".

"Chiediamo sempre feedback e anche quando mostriamo queste demo, chiediamo ancora alle persone di dirci cosa ne pensano. Vogliamo solo sapere cosa possiamo migliorare perché ci teniamo a realizzare un gran gioco che metterà tutti a proprio agio. Allo stesso tempo, affronteremo problemi difficili. Dopotutto è un mondo cyberpunk".

Cosa ne pensate di queste considerazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Cyberpunk 2077 sarà disponibile a partire dal prossimo 16 aprile 2020 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Cyberpunk 2077

[wp_ad_camp_1]