Durante una recente intervista per GamesBeat, gli scrittori di Gearbox Software Danny Homan e Sam Winkler hanno parlato degli antagonisti principali dell'atteso Borderlands 3, ovvero Tyreen e Troy Calpyso.

Secondo quanto dichiarato dai due sviluppatori, questi due nemici sono stati creati ispirandosi alla cultura streamer:

"Volevamo rendere uniche le voci dei cattivi e renderle rilevanti nel 2019. Abbiamo preso l'idea dai precedenti Borderlands, in cui i cattivi erano i volti delle corporazioni", hanno spiegato.

"Sono una squadra sul campo o una sorta di megalomani e carismatici tiranni. In seguito abbiamo superato l'dea delle corporazioni ed abbiamo detto... che ne dite di questo culto della personalità fatto in casa?".

"I grandi streamer hanno questo raro carisma in quanto bisogna essere in grado di intrattenere al fine di attirare folle di sostenitori, ci siamo poi chiesti come fosse possibile fare queste cose e ci siamo dati una risposta dicendoci che bisogna fare cose sempre diverse. È una formula decisamente azzeccata per un cattivo".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Borderlands 3 sarà disponibile a partire dal prossimo 13 settembre 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Borderlands 3

[wp_ad_camp_1]