All'E3 2019, Microsoft ha dato al mondo la prima occhiata alla prossima generazione di Xbox, nome in codice Project Scarlett.

La società non ha mostrato l'hardware effettivo ma ha rivelato alcune curiosità sul sistema: sarà circa quattro volte più potente di Xbox One X, che attualmente si distingue per essere la console di gioco più potente sul mercato.

La potenza aggiunta di Project Scarlett consentirà indubbiamente agli sviluppatori di produrre titoli incredibili, ma la grafica non è l'unico aspetto dei giochi che Microsoft sta cercando di migliorare con la sua nuova console.

Come ha detto a GameSpot il capo di Xbox Phil Spencer in un'intervista esclusiva e approfondita a seguito dell'E3, la fluidità dei giochi sarà un importante punto focale nella prossima generazione.

"Penso che l'area su cui vogliamo davvero concentrarci sulla prossima generazione sia il frame rate e la giocabilità dei giochi", ha affermato Spencer. "Garantire che i giochi si caricino in modo incredibilmente veloce, assicurando che il gioco funzioni con il frame rate più elevato possibile è il nostro obiettivo, le persone adorano i giochi con 60 frame al secondo".

Microsoft vuole anche garantire che i giocatori abbiano ancora accesso a tutti i loro vecchi giochi mentre passiamo a una nuova generazione di console. Mentre PS4 e Nintendo Switch hanno entrambi rinunciato alla compatibilità con le versioni precedenti, Xbox One ha creato un'impressionante libreria di giochi compatibili con le versioni precedenti che comprende alcune delle migliori offerte di Xbox 360 e persino della Xbox originale. Spencer sottolinea che Microsoft manterrà questo impegno non solo per i titoli più vecchi, ma anche per i controller esistenti.

phil spencer

[wp_ad_camp_1]