Walmart è stata recentemente vittima di un assalto mediatico a causa della decisione da parte della compagnia di rimuovere ogni riferimento ai videogiochi violenti nei propri punti vendita.

Questo cambiamento temporaneo è stato una conseguenza degli atti brutali avvenuti lo scorso fine settimana negli Stati Uniti.

La catena americana, ha cercato di spiegare la propria decisione tramite una nota inviata al Washington Post:

"Abbiamo intrapreso questa azione per rispetto nei confronti degli incidenti della scorsa settimana, questo non sarà un cambiamento a lungo termine nel nostro assortimento di videogiochi”, ha dichiarato Tara House, della sezione comunicazione dell'azienda.

Nonostante ciò c'è da ricordare che Walmart vende armi da fuoco e munizioni in metà dei suoi negozi e la compagnia stessa ha dichiarato di non avere alcuna intenzione di smetterla con la vendita di armi, poichè molto fruttuoso e soprattutto legale.

Cosa ne pensate a riguardo? Ditecelo nei commenti.

[wp_ad_camp_1]