Il recente massacro in Texas ha riaperto nuovamente il dibattito fra videogiochi e violenza, e di come quest'ultima sia influenzata per l'appunto dalla nostra più grande passione.

L'ex presidente di Nintendo of America Reggie Fils-Aime si è già espresso a riguardo, ma quest'oggi tocca ad un altro esponente del mondo videoludico.

Stiamo parlando di Strauss Zelnick, CEO della nota compagnia Take-Two Interactive, il quale ha risposto alle dichiarazioni fatte ieri dal presidente americano Donald Trump.

"Dobbiamo smettere di glorificare la violenza nella nostra società, questo include quei macabri videogames che sono ormai ampiamente diffusi", sono state le parole di Trump, alle quali Zelnick ha risposto nel seguente modo:

"Siamo molto addolorati per queste tragedia senza senso, detto questo dare la colpa all'intrattenimento è da irresponsabili. È inoltre irrispettoso verso le stesse vittime e le loro famiglie. Il fatto è che l'intrattenimento viene consumato in tutto il mondo, ma solo l'America deve affrontare il problema delle sparatorie, dunque bisogna andare alla radice del problema".

Voi cosa ne pensate di questa faccenda e della risposta di Strauss Zelnick? Fatecelo sapere con un commento.

Strauss Zelnick

[wp_ad_camp_1]