Microsoft e Sony sono in diretta concorrenza tra loro e lo sono ormai da oltre un decennio, ma non è detto che affinché uno di loro possa sopravvivere sul mercato l'altro debba smettere di esistere.

Phil Spencer, capo della Xbox e della divisione giochi di Microsoft, ha recentemente parlato in un'intervista con Fortune discutendo di questo argomento.

Spencer vede i videogiochi come un'azienda in crescita e non ha la sensazione che la strada per il successo sia abbattere i concorrenti.

"Ascolto sempre la community, ma le persone che vogliono vedere gli altri fallire affinché la propria squadra abbia successo non mi rappresentano. C'erano persone, quando fu annunciato l'accordo con Sony che scrivevano "davvero li stai aiutando?". Sony usa i nostri strumenti di sviluppo per portare i suoi giochi. Questa idea secondo cui l'unico modo per avere successo è abbattere
qualcun altro non è il modo in cui l'industria lavora oggi".

È bello vedere Spencer continuare a incoraggiare un approccio più aperto nel settore videoludico.

Potete vedere l'intervista completa qui sotto.

[wp_ad_camp_1]