Watch Dogs Legion offrirà ai videogiocatori un modo tutto nuovo di giocare, in quanto sarà possibile utilizzare qualsiasi NPC presente su schermo come personaggio principale.

Ma come verrà sfruttata questa meccanica per quanto riguarda la permadeath? Ce lo spiega il creative director Clint Hocking, il quale, in una recente intervista per GamingBolt, ha spiegato meglio questa meccanica.

"Il permadeath è sempre un opzione un po' particolare per il giocatore", ha affermato Hocking. "Quando la salute del personaggio arriva a zero vuol dire che si trova in una situazione critica".

"A questo punto viene offerta la possibilità di arrendersi ed essere portato così in prigione, oppure è possibile scegliere di continuare, rischiando però il permadeath".

" Poiché ogni missione, linea di dialogo e filmato sono stati creati per far conoscere ogni possibile personaggio, la perdita di uno di loro consentirà al resto della vostra squadra di riprendere da dove avevano lasciato", continua lo sviluppatore.

"In questo modo la trama principale continuerà. Ogni personaggio ha una propria storia, anche per quanto riguarda il reclutamento in DeadSec, ed una volta che entrano a far parte della squadra, le missioni principali e la storia diventa un tutt'uno con loro".

"Insomma, lavoreranno collettivamente per fermare il riemergere del regime autoritario che sta cercando di conquistare la città".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Watch Dogs Legion sarà disponibile a partire dal prossimo 6 marzo 2020 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Watch Dogs Legion

[wp_ad_camp_1]