La NASA è stata uno dei primi ad adottare la soluzione HoloLens Augmented Reality di Microsoft.

In un nuovo video, è stato rivelato come l'headset e le relative funzioni di realtà mista abbiano contribuito a sviluppare una missione imminente su Titano, una luna di Saturno, in gran parte nella realtà virtuale senza qualsiasi hardware reale.

HoloLens viene utilizzato principalmente per sviluppare l'elicottero a doppio rotore "Dragonfly", che atterrerà sulla superficie del satellite, consentendo al team di valutare e regolare il progetto in tempo reale.

Con la missione effettiva che prenderà luogo solo nel 2025 e con l'atterraggio previsto per il 2034, la realtà mista offerta da Microsoft e il suo prodotto potrebbe essere l'unico modo in cui l'attuale  generazione di ricercatori può vedere il dispositivo in azione.

Pensate che approcci del genere rappresentino il futuro della nostra società? Diteci le vostre impressioni nei commenti.

Fonte

[wp_ad_camp_1]