Un funzionario Sony ha rivelato importanti informazioni riguardo la politica della compagnia giapponese in vista dell'arrivo di PS5.

Microsoft, in particolare, viene vista come il principale concorrente nella prossima generazione, con Google una potenziale minaccia nel medio-lungo termine con l'avanzare della tecnologia internet, ha detto il dipendente della società. La Nintendo non è percepita come un importante rivale, perché i suoi utenti principali tendono ad essere più giovani rispetto al nucleo demografico di PlayStation.

La società è convinta che la gente compra una console per giocare a giochi di alta qualità disponibili solo su quella piattaforma. Perciò Sony sta concentrando la sua attenzione sui grandi editori di software in vista della next-gen.

In generale, gli editori vogliono i loro giochi su più piattaforme per massimizzare le vendite, mentre i produttori di console cercano di concludere offerte per contenuti esclusivi o un periodo iniziale di vendite esclusive.

Alcuni dirigenti di piccoli produttori di videogiochi, infatti, hanno affermano di essersi sentiti snobbati da Sony, al contrario di Nintendo dato che al Tokyo Game Show di settembre, Nintendo sta supportando eventi per mostrare sviluppatori di giochi indipendenti, cosa che non sta facendo Sony.

Sony continuerà a ricevere giochi da studi indipendenti, ha detto il funzionario, ma l'accento è posto sul rafforzamento delle relazioni con i grandi editori.

Cosa ne pensate della politica di Sony in vista della next-gen? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

[wp_ad_camp_1]