Durante il Gamelab 2019, tenutosi a Barcellona, si sono riunite diverse figure del settore videoludico per condividere idee e progetti.

Di particolare interesse è stata l'intervista con David Cage di Quantic Dream, durante la quale, i ragazzi di Gamereactor, hanno avuto modo di parlare delle motivazioni per cui Quantic abbia deciso di non produrre più titoli in esclusiva PlayStation.

"Abbiamo pensato che fosse il momento giusto per la società, dopo 23 anni e 12 anni di lavoro esclusivamente con Sony, di seguire il nostro percorso
ed esplorare direzioni diverse. Volevamo creare più di un gioco alla volta, volevamo diventare gli editori di noi stessi, inizieremo con Heavy Rain su PC e poi con Beyond e Detroit che pubblicheremo da soli".

Durante la stessa intervista Cage si è anche espresso sulla partnership instaurata con NetEase e che vantaggi ha portato all'azienda.

"Si trattava di iniziare un nuovo viaggio e ci siamo sentiti pronti. Quando abbiamo incontrato le persone di NetEase abbiamo sentito che erano le persone giuste, hanno compreso la nostra visione e potevano supportarci nel realizzarla, quindi attualmente siamo interessati al mercato asiatico, al mercato mobile e abbiamo molte idee diverse e cose folli che vogliamo fare nel prossimo futuro".

Siete contendi della strada che ha intrapreso Quantic Dream e la sua voglia di affacciarsi su piattaforme diverse? Fatecelo sapere con un commento.

David Cage

[wp_ad_camp_1]