La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina sta creando non pochi problemi ai giganti della tecnologia.

Apple, insieme a Microsoft, Nintendo e Sony Interactive Entertainment hanno detto la loro nei confronti delle tariffe sui beni cinesi proposte dal presidente Donald Trump e dalla sua amministrazione.

Apple ha presentato un commento pubblico, cui ha fatto seguito una lettera congiunta dai produttori di console sopracitati in cui si specifica che i prezzi gonfiati delle tariffe aumenterebbero i costi di produzione in ogni parte del settore. 

"Le tariffe interrompono in modo significativo le attività delle nostre società e aggiungono costi significativi  che diminuiscono le vendite di console, i giochi e i servizi che guidano la produttività di questo mercato ", si legge nella lettera.

La mancanza di nuove console vendute andrebbe a danneggiare di conseguenza anche gli sviluppatori stessi dei videogiochi.

Cosa ne pensate della posizione presa da Apple e compagni? Ditecelo nei commenti.

Fonte

[wp_ad_camp_1]