In occasione di una recente intervista riportata da GamingBolt, il CEO di Respawn Entertainment Vince Zampella ed il suo game director Stig Asmussen hanno spiegato il motivo per cui hanno utilizzato l'Unreal Engine 4 per Star Wars: Jedi Fallen Order.

I videogiochi sviluppati da Respawn utilizzavano infatti una versione modificata del Source Code di Valve, mentre i videogiochi di Electronic Arts hanno sempre adoperato il Frostbite Engine.

Nell'intervista, i due spiegano che "c'erano un paio di altre opzioni là fuori, e ricorda che a questo punto non facevamo parte di EA, quindi Frostbite non era nemmeno un'opzione, quindi ho iniziato a pensarci ed è stato 'Wow questo è davvero potente per quello che può farci uno sviluppatore individuale, immagina cosa potrebbe farci un intero team'".

Vince Zampella ha poi aggiunto che stavano assumendo un nuovo team ed era più facile trovare persone che avessero più familiarità con Unreal Engine 4 che con altri motori come il Source Engine.

"Aveva senso per il team. È più facile trovare persone con esperienza con Unreal Engine 4, è un motore che si adattava a quello che stavamo cercando di fare, invece di cercare di adattare il Source Engine. Nel valutare tutti i motori a nostra disposizione questo è quello che il team ha ritenuto fosse la scelta migliore".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Vince Zampella

[wp_ad_camp_1]