Nel mentre che attendiamo nuove informazioni provenienti direttamente dall'E3 2019, il CTO di Techland Pawel Rohleder ha parlato con Wccftech dell'engine che lo studio ha deciso di utilizzare con l'atteso Dying Light 2.

Derivato dal Chrome Engine, il nuovo motore si chiamerà "C Engine", come ha spiegato lo stesso Rohleder. "È la nuova versione del motore grafico che abbiamo adottato per 19 anni e sarà la più grande evoluzione di sempre".

"Abbiamo introdotto lo streaming delle texture e dei modelli poligonali, ad esempio, e questa cosa ci consente di creare mondi di gioco davvero enormi, con scenari incredibilmente dettagliati sia in lontananza che a ridosso del giocatore".

Secondo quanto affermato dal CTO della software house, "è questa la nostra massima priorità al momento, lottiamo per ambire al fotorealismo e raggiungere la più alta qualità tecnica possibile".

In seguito, si è parlato di una possibile versione Nintendo Switch del gioco, dove Rohleder spegne i rumor affermando che "il nostro engine non supporta Switch. Ci stiamo concentrando sui contenuti AAA, ma posso dirti che potremmo avere una sorpresa per gli utenti di Nintendo Switch entro la fine dell'anno. Non posso dirti di più al momento".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento. Nel frattempo vi ricordiamo che Dying Light 2 non ha ancora una data di lancio, ma sarà disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC.

[wp_ad_camp_1]