È interessante questo momento storico che stiamo vivendo, nel mondo dell'intrattenimento. Il Marvel Cinematic Universe è giunto al compimento (o almeno, la sua fase più importante e significativa) dopo 11 anni di lungometraggi che hanno dimostrato al mondo un nuovo modo di creare una mitologia. Game of Thrones, allo stesso modo, giunge al termine dopo altrettanti anni in cui gli spettatori si sono accorti che si può fare un altro tipo di fantasy, incentrato sul dialogo e non solamente sull'epica (sebbene queste ultime stagioni abbiano spinto inevitabilmente verso quella direzione).

Insomma, stiamo vivendo l'epoca dei grandi universi narrativi. E senza citare i grandi classici, con Star Wars sempre più sulla cresta dell'onda, ed anche in questo caso il 2019 è la fine della nuova trilogia (ma non della saga). Diciamo che ci abbiamo fatto occhi, orecchie e palato a questa idea degli universi narrativi, ed è inevitabile che noi videogiocatori stiamo pensando da anni a quella roba lì: il primo universo cinematografico dedicato ai videogiochi. E chi meglio di Nintendo potrebbe soddisfare un desiderio del genere, con tutta la miriade di personaggi che ha a disposizione?

Nintendo Cinematic Universe
Qualcuno si è inventato questa cosa qui. Qualcuno ci ha sicuramente creduto.

Un desiderio ineluttabile perché, insomma, è impossibile che nessuno di voi abbia sognato qualcosa del genere. E la cosa esilarante è che un “universo” c'è pure, ed è Super Smash Bros. Ultimate. Per altro, Ultimate è un termine altrettanto definitivo come Endgame. Dai, è scritto nelle stelle.

E non solo. Pochissimo tempo fa abbiamo visto per la prima volta un Sonic cinematografico, poi in questi giorni è al cinema Detective Pikachu che, oltre ad essere una commedia molto buona, è anche un tributo al mondo Pokémon di quelli non indifferenti. Oltre ad una fedeltà abbastanza interessante con il videogioco originale, l'universo Pokémon stesso è riproposto e citato con tanti easter egg ed elementi più importanti che dimostrano una cura ed un interesse per il materiale originale mai vista, forse, in un film ispirato da franchise videoludici. Le stesse cose che abbiamo visto nel trailer di Sonic the Hedgehog per intenderci, e la cosa più lontana possibile ad operazioni come l'agghiacciante film di Super Mario degli anni '90.

Arrivando al dunque, quindi, ci chiediamo: si può fare? La risposta realistica è un categorico “no”, per motivi molto poco romantici e filosofici. O meglio, “no” allo stato attuale delle cose. Pensando ai franchise Nintendo, l'unico modo per creare un NCU (Nintendo Cinematic Universe, statemi sul pezzo) è prendere di peso un'idea di trama in stile Super Smash Bros.

Nintendo Cinematic Universe
Che dire. Link: https://www.zeldadungeon.net/casting-the-legend-of-zelda-characters-as-heroes-in-marvels-cinematic-universe/

Questo perché The Legend of Zelda è un fantasy, Super Mario può essere ambientato sostanzialmente dove ci pare e piace (dal Mushroom Kingdom al mondo intero, se pensiamo ai mondi di Super Mario Odyssey), Bayonetta una sorta di urban fantasy ad alto tasso di epicità, Donkey Kong... non so come si potrebbe fare un film su Donkey Kong onestamente. Generi, ambientazioni, immaginari ed estetiche troppo diverse tra loro per poter coesistere al di fuori di un'idea alla Avengers, come potrebbe succedere in Super Smash Bros. Pensiamo solo a Metroid e Star Fox, due opere ispirate alla fantascienza ma che non potrebbero essere più lontane tra loro, quasi come Alien e Star Wars.

Una soluzione realistica è limitare un universo cinematografico del genere ai soli franchise Nintendo. Inserire Sonic, Ryu, Pac-Man, e quei personaggi che sono in Smash Bros. ma non sono figli della Casa di Kyoto evoca tutto un problema di licenze da riscattare qua e là (anche se gli Smeraldi del Caos di Sonic sono l'assist perfetto per le Gemme dell'Infinito...). In questo senso, Ready Player One è stato uno spiraglio di luce per inserire nomi, loghi e prodotti di una miriade di brand di altrettanti medium di intrattenimento. Ma un conto è apparire per qualche frazione di secondo, e un altro è creare degli eroi protagonisti.

Anche solo con i personaggi Nintendo, si potrebbe fare moltissimo. Non mancano di certo villain ed eroi, personaggi che possano rappresentare villain come Thanos, Teschio Rosso, Ronan l'Accusatore, oppure eroi come Iron Man, Captain America, Thor, Star-Lord, Spider-Man, e tutti gli altri apparsi in undici anni di Marvel Cinematic Universe. Abbiamo Ganondorf, King Dedede, Bowser, Ridley, King K. Roll dalla parte dei cattivi, e per quanto riguarda gli eroi, beh, prendiamo fiato ed iniziamo ad elencare il roster di Super Smash Bros. Ultimate.

Nintendo Cinematic Universe
Gesù.

Una volta trovata un'estetica comune, che chiaramente potrebbe essere qualcosa a metà tra il live action e la CGI, è solo questione di imbastire una bella storia, e dare una voce ed un carattere a quei personaggi come Link. Che non è facile, ma non impossibile. La Illumination, società dietro a Cattivissimo Me, Minions e Pets, sta infatti lavorando ad un lungometraggio in CGI, ed è stata scelta da Shigeru Miyamoto in persona come azienda, e team creativo, in grado di dare giusto a Super Mario sul grande schermo. Chissà, magari Nintendo troverà un suo Kevin Feige in grado di creare e seguire un Nintendo Cinematic Universe e portare a termine il sogno di molti.

Certo, c'è sempre l'idea che non tutti i film possano andare benissimo. Siamo pronti a vedere (potenzialmente) stravolti i franchise più importanti del mondo dei videogiochi? Le potenzialità sono incredibili. Immaginate [SPOILER SU AVENGERS: ENDGAME, SALTATE AL PROSSIMO PARAGRAFO] una scena in stile Avengers: Endgame, con Link o Mario che gridano qualcosa tipo “Smashers Uniti!” alla carica contro i minion di Ganondorf e Bowser alleati insieme?

Non rovinatemi The Legend of Zelda, vi prego.

Copertina

[wp_ad_camp_1]