Ad inizio del mese scorso si vociferava che Halo Infinite, nuovo progetto in sviluppo presso 343 Industries, potesse adottare il metodo "Game As A Service".

Quest'oggi i commenti di Kiki Wolfkill, boss di Halo trans-media presso 343 Industries, potrebbero aver confermato questo rumor che aveva cominciato a circolare in rete.

"Dobbiamo essere in grado di modificare rapidamente i contenuti", ha infatti dichiarato Wolfkill durante Fortune's Brainstorm Design conference. "Non possiamo permetterci di aspettare tre anni ogni volta che lanciamo un nuovo prodotto".

Il riferimento a un ciclo di sviluppo triennale come obsoleto, abbinato al titolo stesso di Halo Infinite, sembrerebbe suggerire che Microsoft e la software house in questione stiano pensando di adottare la "filosofia" del Game As A Service.

Voi cosa ne pensate di questa possibilità? Fatecelo sapere con un commento. Nel frattempo vi ricordiamo che Halo Infinite non ha ancora una data di lancio ed è atteso su Xbox One e PC Windows 10.

halo