Negli ultimi anni, il personaggio di Cthulhu sta vivendo sicuramente una seconda giovinezza. Nato dalla penna dello scrittore che rispondeva al nome di Howard Phillips Lovecraft, The Call of Cthulhu (scritto nel 1926) rappresenta ancora oggi un caso letteratio di culto, da cui tutto è cominciato.

Un universo narrativo caratterizzato dall'idea secondo la quale, in epoche remote, la Terra era abitata da razze aliene che veneravano i cosiddetti Grandi Antichi, una sorta di gigantesche divinità spaziali in grado di infrangere le barriere dello spazio e del tempo, le quali caddero misteriosamente in un profondo sonno in attesa di essere risvegliate.

Cthulhu è sicuramente la più rappresentativa tra queste. Ora, dopo l'uscita di Call of Cthulhu di Cyanide, lo scorso 30 ottobre (ispirato all'altrettanto celebre gioco di ruolo cartaceo), Achtung! Cthulhu Tactics è il nuovo titolo che porta l'universo di Lovecraft nel mondo dei videogiochi, e lo fa immergendoci in un contesto assolutamente inedito, ossia quello della Seconda Guerra Mondiale.

acthung
Sembra complesso, ma non lo è affatto.

A differenza dei titoli tradizionali dedicati al Grande Antico dal muso tentacolare, Achtung! Cthulhu ci darà modo di affrontare nemici ispirati dai Miti e una campagna (sviluppata da John Houlihan) che richiama palesemente la struttura narrativa e le meccaniche dei classici giochi di ruolo con "carta e penna" (essendo del resto basato sulla serie di giochi e libri firmati Modiphius Entertainment).

Il pretesto narrativo vede i nazisti, sul procinto di perdere la Grande Guerra, trovare il modo di evocare i Dei dello spazio da far combattere al loro fianco, in modo da ribaltare l'esito della battaglia finale. La squadra di commando alleati guidati da Eric "Badger" Harris sarà subito chiamata a combattere dietro le linee nemiche, per porre fine alla doppia minaccia incombente.

La struttura, trattandosi a conti fatti di un tattico, si rifà in tutto e per tutto a XCOM: Enemy Unknown, specie per quanto riguarda i movimenti dei personaggi sul campo, le coperture e più in generale l'intero sistema di combattimento. Finché l'avversario non sarà uscito dal suo cono d'ombra sarà impossibile identificarlo (e quindi crivellarlo di colpi), considerando anche che ogni attacco ha una ben precisa percentuale di riuscita e che quindi il risultato può variare di volta in volta.

Senza contare che, sempre in perfetto stile XCOM, tutto è basato su un semplicistico lancio di dadi, cosa questa che può cambiare le sorti della battaglia in men che non si dica. O forse no: questo perché l'avversario controllato dalla IA è spesso e volentieri “immune”, vale a dire che non si esporrà mai per attaccare, cosa questa che rappresenta solo la punta dell'iceberg di un tasso di sfida pericolosamente rivolto verso il basso.

acthung
“Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn!”

Questo, unito al Momentum – ossia un bonus che ci permetterà azioni aggiuntive senza dover necessariamente spendere punti-azione – renderanno i vari scontri spesso e volentieri di una facilità disarmante. Le skill dei nostri soldati porteranno allo sbloccamento di abilità e combinazioni di colpi terrificanti, che non daranno alcuna chance di salvezza al povero nemico inerme.

Achtung! Cthulhu Tactics è quindi uno strategico a turni privo del tasso di sfida e delle meccaniche ludiche necessarie a intrattenere per un periodo di tempo superire alla manciata di ore. Considerando che la serie XCOM ha dimostrato – in anni – come in realtà sia relativamente facile portare una ventata di aria fresca nel genere, dà un po' da pensare come gli sviluppatori di Ripstone Publishing si siano trincerati dietro il fascino di Cthulhu & Co.

Senza badare più di tanto all'ossatura ludica. Certamente, la possibilità di giocarlo in modalità portatile grazie a Nintendo Switch è un punto a favore dell'esperienza, ma è altrettanto vero che la piattaforma ibrida della Casa di Mario avrebbe bisogno di ben altri titoli strategici in grando di rinfoltire la propria softeca. Peccato, Cthulhu: torna pure negli abissi del tempo.

Disponibile per Nintendo Switch (versione testata), PC, PlayStation 4 e Xbox One