Negli ultimi giorni sta facendo molto discutere la decisione di Deep Silver e Epic Games di far approdare la versione PC di Metro Exodus esclusivamente (almeno per un anno) sull'Epic Games Store, boicottando così Steam e altre piattaforme a lui simili.

Valve ovviamente non l'ha presa bene e anche Dmitry Glukhovsky, autore della serie di libri a cui il gioco si ispira, si è detto contrario a questa decisione. Alcuni utenti hanno addirittura bombardato di recensioni negative i primi due capitoli ancora presenti su Steam.

In merito a questi avvenimenti, uno degli sviluppatori di 4A Games è intervenuto su un forum per commentare il tutto. "scynet", questo il suo nickname, ha ammesso che la scelta di spostare Metro Exodus sullo store Epic è stata improvvisa e capisce che questo potrebbe creare qualche inconveniente ai fan.

Nel frattempo, è consapevole del fatto che i giocatori che piratano i videogame l’avrebbero fatto in ogni caso e che non sono loro il target del team. Ma anche minacciato che, nel caso in cui i giocatori PC boicotteranno il terzo capitolo, allora nessun altro gioco della serie uscirà sulla piattaforma, divenendo difatti un'esclusiva console.

Ovviamente nulla di tutto ciò è stato confermato né dal publisher né dalla software house, ed è molto probabile lo sviluppatore si sia fatto trascinare dalla situazione portandolo ad esagerare. Ma voi cosa ne pensate di queste parole? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Metro Exodus sarà disponibile a partire dal prossimo 15 febbraio 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Metro Exodus

[wp_ad_camp_1]