In Mortal Kombat 11 tornerà il tanto amato sistema di personalizzazione, che permetterà ai giocatori di modificare l'aspetto di ogni combattente a proprio piacimento. In una recente intervista per Xbox Wire, il tech producer Trevor Traub ha fatto chiarezza su questa particolare meccanica.

Essa era infatti presente anche in Injustice 2, altro videogioco targato NetherRealm Studios. All'epoca lo studio di sviluppo fu criticato dagli utenti dato che erano presenti abilità legate ai singoli pezzi di equipaggiamento; ciò portava alcuni giocatori a godere degli effetti di alcune parti, mischiando però le componenti di vari outfit.

Traub ha però tranquillizzato i videogiocatori che ciò non accadrà con Mortal Kombat 11, dove tutti i cambiamenti al look dei personaggi saranno puramente estetici. "Una delle principali differenze tra Injustice 2 e Mortal Kombat 11 è che l'equipaggiamento in sé non ha statistiche, è solamente un fattore estetico", ha spiegato.

"Ma ci sono alcune cose che puoi inserirci,, per modificare alcune mosse, o il gameplay, o la finestra di recupero. Li abbiamo chiamati augments, e sono tutti diversi". Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

Nel frattempo vi ricordiamo che Mortal Kombat 11 sarà disponibile a partire dal prossimo 23 aprile 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Mortal Kombat 11

[wp_ad_camp_1]