Annunciato nel corso dell'E3 2017, Metroid Prime 4 non ha ricevuto molte informazioni sullo sviluppo durante questi anni, facendo storcere il naso ai videogiocatori. Sapevamo che il progetto era in mano ai ragazzi di Bandai Namco Singapore, ma non eravamo a conoscenza dello stato dei lavori.

Per sopperire a questa mancanza di informazioni, quest'oggi Nintendo ha deciso di pubblicare un video per spiegare la situazione attuale. Il Senior Managing Executive Officer Shinya Takahashi ha spiegato che il gioco è ora passato nelle mani di Retro Studios.

Questo ha causato un immancabile ritardo nello sviluppo il che ci ha portato a tre anni di distanza dal primo annuncio con ancora pochissime informazioni sul gioco e senza una finestra di lancio.

"In seguito agli ultimi sviluppi, e anche se ci rincresce molto, dobbiamo informarvi che i risultati attuali non rispondono agli standard che ci attendiamo da un sequel della serie Metroid Prime", ha affermato Takahashi nel video.

"L'obiettivo di Nintendo è creare giochi di altissima qualità. Per questo, durante la fase di sviluppo ci mettiamo sempre alla prova e valutiamo quotidianamente se un gioco soddisfa i nostri requisiti di qualità. Se non è così, significa che non possiamo venderlo ai nostri clienti, perché non potrà soddisfare le aspettative dei nostri fan".

"Collaborando con Retro Studios, siamo fiduciosi di riuscire a creare un gioco che soddisferà le aspettative dei nostri fan". Rimaniamo dunque in attesa di ulteriori sviluppi. Cosa ne pensate di questa notizia? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]