A quanto pare Randy Pitchford, CEO di Gearbox Software, non se la sta passando molto bene nelle ultime ore. Wade Callender, ex legale della compagnia, ha infatti accusato lo sviluppatore di essersi impossessato di un bonus da ben 12 milioni di dollari.

Il denaro sarebbe stato stanziato in precedenza da Take-Two per la realizzazione di Borderlands. Ma non è finita qui: Callender avrebbe anche accusato Pitchford di festini con minori e detenzione di materiale pornografico illegale.

"Le accuse formulate da un ex dipendente scontento sono assurde, senza alcun fondamento nella realtà o nella legge", ha affermato un portavoce di Gearbox durante un'intervista per Kotaku. "Non vediamo l’ora di affrontare questa causa in tribunale e non abbiamo ulteriori commenti in questo momento".

È bene però segnalare che lo stesso Callender era stato accusato di aver utilizzato la sua carta aziendale in maniera illecita al fine di effettuare spese personali. Vi informeremo non appena ci saranno novità in merito. Voi cosa ne pensate della questione? Fatecelo sapere con un commento.

Gearbox Software

[wp_ad_camp_1]