La Realtà Virtuale è una tecnologia che negli ultimi anni ha sempre più preso piede, fino ad arrivare nelle nostre case con il PlayStation VR. Dopo questa mossa da parte di Sony, in molti si aspettavano una risposta da parte di Microsoft che però, ad oggi, non è ancora arrivata.

Stando però all'analista IDC Lewis Ward, Xbox Scarlett supporterà  la VR evolvendo la tecnologia Mixed Reality già impiegata su PC. "Non c'è ragione per cui Xbox One X non possa far girare giochi Windows Mixed Reality in questo momento", ha osservato l'analista durante un'intervista per GamingBolt.

"Non sono sicuro del motivo per cui Microsoft non ha attivato queste funzionalità, ma probabilmente esse troveranno spazio con la console di prossima generazione".

"Sebbene molte persone non siano ancora entrate nel mondo della VR, mi aspetto che la spesa globale del 2018 sul software off-the-shelf, considerando tutte le piattaforme (console, PC e dispositivi mobile) sia all'incirca il doppio rispetto a quella registrata nel 2017, e raggiunga 1 miliardo di dollari quest'anno".

Inoltre, l'analista ha speso ulteriori parole riguardo futuri acquisti del colosso di Redmond. Abbiamo infatti visto come lo scorso anno la compagnia abbia acquisito diverse software house di una certa rilevanza, come ad esempio Obsidian Entertainment.

Sulla base di quanto analizzato da Lewis Ward, Microsoft sta attualmente lavorando per mettere a segno ulteriori acquisizioni nei mesi a venire: "Anche con queste acquisizioni, Microsoft non dispone ancora di una base di sviluppatori ampia come quella di Sony o Nintendo, per quanto ne so".

"È un segnale del fatto che Microsoft voglia far uscire più esclusive per i suoi dispositivi, e probabilmente vedremo più acquisizioni per andare a coprire i buchi in quei generi e sottogeneri che pensano possano crescere rapidamente nel tempo".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni dell'analista di IDC? Sono veritiere, secondo voi? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]