Sin dal suo annuncio avvenuto qualche anno fa, Naughty Dog non ha divulgato molte informazioni riguardo il suo tanto atteso The Last of Us: Part II. Tra le cose di cui siamo a conoscenza c'è il multiplayer, che farà il suo ritorno.

Non ne sapevamo molto a riguardo, almeno fino ad oggi quando, come riportato da DualShockers, verso la fine del 2018 la software house ha iniziato a cercare nuove figure professionali da introdurre nel suo studio e tra le posizioni aperte ce n'è una associata al multiplayer del gioco.

Nell'annuncio di lavoro si può leggere non solo che Naughty Dog è alla ricerca di un Multiplayer Server Programmer, ma anche qualche informazione riguardo la componente online. Leggiamo infatti che il multiplayer offrirà ricompense che i giocatori potranno utilizzare per personalizzare i loro personaggi.

Inoltre, viene menzionato un negozio in-game che probabilmente servirà ad acquistare gli articoli cosmetici o modificare l'aspetto del personaggio. "Stiamo cercando un Multiplayer Server Programmer che ami costruire un ecosistema di servizi stabile e sicuro per i giocatori", si legge nella descrizione dell'annuncio.

"Li introdurrai attraverso l'intera esperienza multiplayer, dal primo accesso, attraverso il matchmaking, garantendo ricompense che i giocatori possono utilizzare per personalizzare i loro personaggi nel negozio. Come uno dei custodi dell'ambiente live, sarai una parte fondamentale del team".

Cosa ne pensate di queste informazioni e del possibile inserimento delle microtransazioni? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]