Kingdom Hearts III è stato originariamente annunciato durante l'E3 2013 con un breve teaser che ha fatto impazzire il mondo. I videogiocatori hanno atteso con impazienza l'arrivo della data di uscita ufficiale, arrivata però diversi anni dopo dall'annuncio al pubblico.

Anche con una data di lancio, il gioco è stato però rimandato diverse volte. Il tempo trascorso dall'annuncio alla data di uscita, fissata adesso per questo mese, è stato utilizzato non solo per perfezionare il gioco ma anche per cambiare il motore grafico in corso d'opera.

Inizialmente era infatti mosso dal Luminous Engine, motore proprietario di Square Enix già visto in Final Fantasy XV; in seguito si è poi scelto di optare per l'Unreal Engine 4. Intervistato dalla rivista EDGE (riportata poi da GamingBolt), il game director Tetsuya Nomura ha svelato che la decisione non fu presa dagli sviluppatori, ma dai suoi superiori.

"Abbiamo avuto le nostre ragioni aziendali, sostanzialmente. Non è stato qualcosa con cui abbiamo avuto a che fare noi, è stato deciso dai piani alti. È stato un anno intero in cui abbiamo dovuto cancellare e rifare tutto da capo".

"Come strumento di sviluppo, l'Unreal Engine 4 è come un all-in-one: ha tutto ciò di cui ha bisogno, è utilizzato in tutto il mondo, e abbiamo ricevuto anche grande supporto da parte di Epic Games. Sono stati molto d'aiuto durante tutto il processo".

Sarebbe stato diverso se il team al lavoro sul Luminous Engine avessero fatto parte della squadra di Kingdom Hearts. Ma era un team differente, il che ha creato qualche difficoltà di troppo".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento. Nel frattempo vi ricordiamo che Kingdom Hearts III sarà disponibile a partire dal prossimo 25 gennaio 2019 su PlayStation 4 e Xbox One.

Tetsuya Nomura

[wp_ad_camp_1]