Qualche giorno fa vi abbiamo riportato le affermazioni dell'analista Lewis Ward, il quale sostiene che PlayStation 5 e Xbox Scarlett arriveranno nel 2021. Ma non tutti gli analisti sono d'accordo con il collega.

Uno di essi è certamente Michael Pachter, il quale, durante una recente intervista per GamingBolt, non ha esitato a dire la sua sullo spinoso argomento. Secondo il noto analista di Wedbush Securities, infatti, la nuova generazione di console non potrebbe mai arrivare così "tardi" sul mercato, soprattutto se PS4 e Xbox One continueranno a vendere così bene come stanno facendo.

Quindi PS5 e Xbox One nel 2021? "Non penso proprio", risponde Pachter, "credo che sarà più interessante ciò che succederà alle vecchie console. Microsoft storicamente ha sempre ridotto in maniera significativa la produzione delle macchine di vecchia generazione dopo averne lanciata una nuova, e Sony invece ha fatto l'opposto".

"Credo che Sony abbia una visione differente del mondo, pensano di poter vendere ancora 20 o 30 milioni di console in paesi come Africa, Asia e America Latina, oltre che in alcune aree dell'Europa. Microsoft invece pensa che la nuova Xbox sarà così potente da poterla vendere a chiunque, smettendo di vendere Xbox One."

"Quindi sarà interessante vedere cosa succede ma no, non credo che le nuove console saranno posticipate al 2021. Microsoft non sta facendo abbastanza bene con Xbox One da posticipare il lancio di un anno, e se Sony farà l'errore di aspettare il 2021 concederà un grande vantaggio al concorrente, come è successo con Xbox 360".

"Ebbero un vantaggio arrivando per primi sul mercato, e Sony non permetterà a Microsoft di avvantaggiarsi, questa volta". Cosa ne pensate delle dichiarazioni di Michael Pachter? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]