Questa generazione di console è stata certamente segnata dalla retrocompatibilità, in particolare Xbox One che ha puntato molto su questo fattore. Ma ora che si inizia a odorare aria di next-gen, le prossime piattaforme avranno integrata la retrocompatibilità con console precedenti?

Lo spera Marc-André Jutras, ex sviluppatore presso Activision e Ubisoft che attualmente sta lavorando con Cradle Games allo sviluppo dell'RPG sci-fi Hellpoint. Durante un'intervista per GamingBolt, Jutras ha dichiarato quanto segue:

"Credo proprio che la prossima PlayStation sarà retrocompatibile. Non era sulla Xbox 360 che si trovava una lista di giochi retrocompatibili con la vecchia Xbox, per cui era necessario che ciascun titolo venisse approvato? Spero che in futuro non sarà così".

"Preferirei avere un emulatore capace di far girare tutti i giochi in mio possesso, accettando magari il compromesso di qualche bug, piuttosto che disporre di una libreria di 50 titoli dei quali solo in 4 girano perché gli altri non sono stati approvati".

Per quanto riguarda le esclusive, lo sviluppatore ha affermato che "quel che mi aspetto dalla futura PS5 è che Sony realizzi esclusive importanti. Io ho comprato la PS4 per Bloodborne, e già solo quel titolo ha garantito molte vendite".

"Credo che in Microsoft abbiano un po' stentato in questo senso, almeno fino a questo momento: gli acquisti di importanti software house dimostrano che si sono resi conto che, per vendere il loro hardware, c'è bisogno di esclusive".

"Spero, quindi, che le prossime generazioni di console avranno grandi esclusive e che Sony e Microsoft capiscano che è più facile che un giocatore decida di fare il salto sulle proprie rispettive piattaforme se può portare con sé la propria libreria di giochi, piuttosto che ripartire da zero".

Cosa ne pensate delle parole di Marc-André Jutras? Fatecelo sapere con un commento.

Retrocompatibilità

[wp_ad_camp_1]