La serie di Final Fantasy è sempre stata una delle mie preferite, il VII fu uno dei miei primi giochi sulla ps1 e ci sono particolarmente legato. Final Fantasy XV mi ha deluso per certi aspetti, ma lo considero comunque un gioco ben al di sopra delle critiche che gli sono state mosse. Però il combattimento a turni mi manca, e tanto.

Oh ma cosa vedono i miei occhi? Un nuovo Dragon Quest?

E non uno di quei maledetti Musou che, per quanto divertenti, non sono dei JRPG? Dimostrazione lampante che i combattimenti a turni non sono morti, Dragon Quest XI: Echi di un'era perduta è considerato uno dei migliori (se non il migliore) della saga.

Nel suo non aver rinunciato all’essenza dei giochi pur migliorando il gameplay qui e lì è la dimostrazione lampante che Square non si è dimenticata come si fa questo genere di giochi e che, se vuole, potrebbe sfornare un Final Fantasy degno di questo nome senza se e senza ma.

dragon quest xi

Su di ciò la critica è concorde (cit.). Però qual è il vero motivo per cui questo gioco è tra i miei preferiti di quest’anno? Semplice: cosa succede se metti un uomo di trentatré anni cresciuto a pane e Akira Toriyama davanti a un gioco che trasuda l’immaginario di quest’uomo?

Che questo torna un bambino, quando il tempo per buttare cento ore quasi di fila in un gioco c’era e potevi tranquillamente sorbirti dialoghi lunghi e prolissi, grinding immorale, tempi morti saltuari e backtracking senza perdere quella scintilla di sanità mentale perché, magari, ti sei accorto che sono le tre del mattino e vuoi comunque vedere cosa si trova dietro a quella montagna…

In fondo, le ferie e le feste non servono forse a questo? Sisi, certo, visitare la famiglia, stare in compagnia e tutto il resto, ma vuoi mettere riuscire, finalmente, a giocare per dieci ore di fila come i bei vecchi tempi? E quale gioco migliore di un vero JRPG?

Attenzione: l’utilizzo di un JRPG durante le feste può provocare singletudine improvvisa, rimproveri da vari familiari manco avessi cinque anni, perdita del lavoro. Ma vuoi mettere la soddisfazione.

Qui trovate tutti i giochi dell'anno di VideoGamer Italia