Days Gone sarà la prima esclusiva PlayStation 4 che vedrà la luce nel 2019 e molti utenti sono curiosi di scoprire cosa hanno sviluppato i ragazzi di SIE Bend Studio. Sappiamo innanzitutto che sarà un'esperienza single-player fortemente incentrata sulla narrativa.

E se invece il gioco fosse stato sviluppato anche con una componente multiplayer? Da un'intervista per VentureBeat con Matthew Karch, scopriamo che la software house Saber Interactive aveva approcciato Sony per poter produrre una componente online del gioco in questione.

La software house che sta lavorando a World War Z si fece avanti con una proposta che però venne prontamente rifiutata: "a un certo punto andai da Sony e dissi: 'ho visto ciò che state facendo con Days Gone. Guardate ciò che stiamo facendo con World War Z. Forse possiamo aiutarvi con una componente multiplayer'".

"Tuttavia erano ovviamente e comprensibilmente concentrati su ciò che dovevano fare per pubblicare il gioco. Quando sentii parlare del gioco noi eravamo già partiti con lo sviluppo".

"Ovviamente quando vieni a sapere che Sony si sta concentrando su un titolo con un focus su una massa di zombie questa notizia ti tarpa un po' le ali ma dato che loro si concentrano maggiormente sulla storia ci potrebbe essere spazio per entrambi. Non so se siamo completamente "salvi" dalla competizione ma credo che ci sia un mercato per entrambi i giochi".

"Spero che il gioco faccia bene, mi sembra divertente. L'altro aspetto di Days Gone è che si tratta di un'esclusiva PlayStation mentre noi arriveremo anche su Xbox One e PC e ci concentriamo sul multiplayer. Penso che siano due giochi complementari. Non ho giocato a Days Gone quindi non posso giudicare ma lo proverò appena avrò l'occasione".

Avreste apprezzato maggiormente una componente multiplayer per Days Gone? Fatecelo sapere con un commento.

days gone

[wp_ad_camp_1]