Michael Pachter, noto analista di Wedbush Securities, ha detto la sua riguardo un argomento molto scottante negli ultimi tempi: le microtransazioni. Stando alle sue parole, i publisher stanno diventando "miopi" riguardo questa pratica e dovrebbero trovare un modo migliore per presentarle al pubblico.

Intervistato da The 1099, Pachter ha infatti affermato che le software house dovrebbero rivedere il modo in cui proporre le microtransazioni, in modo tale da renderle più accettabili agli occhi dei giocatori.

"Il modello che credo avrebbe senso sarebbe quello di cambiare il modo in cui le microtransazioni sono implementate. Ne ho parlato con EA alcuni anni fa e mi hanno riso in faccia", ha affermato l'analista.

"Gli ho chiesto: 'perché non dare a chiunque compra una copia di FIFA 60$ in valuta di gioco da spendere nell'Ultimate Team? Ogni singola persona che gioca a Ultimate Team sfrutterebbe questa possibilità', al che Andrew Wilson (CEO di EA) rispose: 'Beh, abbiamo persone che spendono 300 $ in questo gioco, così ne spenderebbero solo 240 $'".

"Gli chiesi quanti giochi free-to-play giocasse e lui rispose solo Ultimate Team. Io ne gioco all'incirca 30. Quindi spendo circa 300$ all'anno per loro e con il mio metodo ne spenderei 360 $. Provalo e vedrai".

Cosa ne pensate delle parole dell'analista di Wedbush Securities? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]