Durante una recente intervista per Windows Central, Joseph Staten di Microsoft ha voluto rassicurare tutti quei fan che credevano sarebbero state presenti le microtransazioni in Crackdown 3.

Staten ha difatti dichiarato che nel modo più assoluto non ci saranno microtransazioni o loot box che rovineranno l'esperienza ai giocatori; saranno comunque presenti oggetti o altro da sbloccare, ma per il momento gli sviluppatori vogliono lasciar perdere questo controverso sistema.

“Attualmente stiamo ancora sperimentando su ciò che è meglio fare", ha dichiarato Staten durante l'intervista. "Stiamo cercando di capire quello che i giocatori possono trovare divertente e cose così".

"Per adesso non vogliamo introdurre microtransazioni o loot box. Ovviamente ci saranno centinaia di oggetti e altro da sbloccare, che potrebbero essere guadagnati magari raggiungendo un determinato rank o facendo un tot di partite". Cosa ne pensate di queste parole? Vi tranquillizzano? Fatecelo sapere con un commento.

Vi ricordiamo che Crackdown 3 sarà disponibile a partire dal prossimo 15 febbraio 2019 in esclusiva su Xbox One e PC Windows 10.

Loot box

[wp_ad_camp_1]