Max Payne è stato il videogioco che ha elevato Remedy Entertainment nell'olimpo delle software house, affermandola come tale e affermando anche la personalità di Sam Lake. Nonostante siano presenti tre capitoli della famosa serie, in realtà solamente due sono stati sviluppati dalla software house finlandese.

E sempre due sono stati i titoli che lo studio di sviluppo ha avuto in mente, il terzo capitolo (sviluppato poi da Rockstar Games) non era assolutamente in programma. A rivelarlo è stato lo stesso Sam Lake in una recente intervista per Screen Rant.

"Dopo l'uscita del primo gioco, i diritti dell'IP furono venduti a Take-Two e Rockstar, e parte dell'accordo prevedeva che avremmo sviluppato noi il secondo capitolo", ha raccontato Lake. "Quindi era una buona situazione. Proviamo tanta passione nei confronti di Max Payne".

"Fu bellissimo poterlo creare, lavorare ad un sequel è divertente sotto tanti punti di vista. Ma allo stesso tempo, era stato chiarito che quello sarebbe stato il nostro ultimo gioco su Max Payne". Cosa ne pensate del terzo capitolo sviluppato da Rockstar Games? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]