Dark Souls Remastered è uscito originariamente su PlayStation 4, Xbox One e PC lo scorso 23 maggio 2018, mentre gli utenti della versione Nintendo Switch hanno dovuto attendere fino al 19 ottobre per poterlo provare tra le proprie mani.

Intervistato da VGR, il producer del gioco Lukas Codr ha cercato di spiegare il processo di porting che c'è stato dietro il titolo, informando i fan che è stato impiegato circa un anno per poterlo portare sull'ibrida della Grande N.

"I lavori di porting hanno richiesto poco più di un anno", fa sapere il producer. "Inizialmente abbiamo speso diversi mesi per creare una build giocabile e assicurarci che tutto funzionasse alla perfezione, dopo siamo passati a rifinire e ottimizzare il tutto".

"Infine abbiamo inviato il nostro gioco a Nintendo per l'approvazione e dopo otto settimane è stato pubblicato su eShop e in formato fisico". Codr svela poi come la parte più complessa sia stata quella relativa all'adattamento del sistema di controllo: Dark Souls non è mai stato progettato per essere giocato su una console portatile.

Cosa ne pensate di queste informazioni sullo sviluppo del porting per Nintendo Switch della remaster del gioco? Fatecelo sapere con un commento.

nintendo

[wp_ad_camp_1]