Durante una recente intervista, uno dei due co-fondatori di Rockstar Games, Dan Houser, aveva affermato che i dipendenti hanno svolto settimane lavorative di 100 ore nel corso del 2018  per portare a termine Red Dead Redemption 2.

In molti si sono lamentati di queste dichiarazioni, affermando di come la compagnia statunitense abbia praticamente sfruttato i suoi dipendenti; Houser si è poi corretto, affermando che si trattava di un periodo id crunch durato solo alcune settimane ed era stato autoimposto dal team di senior writer composto da Houser stesso e da una manciata di altri veterani.

Si è quindi aperto un vaso di Pandora dopo queste dichiarazioni, ed i colleghi di Kotaku (come riportato da DualShockers) stanno scrivendo un articolo proprio su questo; il giornalista che se ne sta occupando, Jason Schreier, ha quindi chiesto a chiunque avesse qualche esperienza personale con Rockstar Games da raccontare di contattarlo.

A farsi avanti è stato Job J Stauffer, ex Rockstar Games e Telltale Games e cofondatore di Orpheus Self-Care Entertainment. In un paio di tweet, Stauffer ha fatto la sua dichiarazioni riguardo lo stato dei dipendenti all'interno della compagnia:

"Sono passati quasi dieci anni da quando ho lasciato Rockstar ma posso assicurarti che durante il periodo di GTA IV era come lavorare con una pistola puntata alla tempia per 7 giorni a settimana. 'Siate presenti anche al sabato o alla domenica nel caso in cui dovessero entrare Sam o Dan Houser perché vogliono vedere tutti lavorare sodo quanto loro'".

"C'è stato un caso nel 2008 o nel 2009 in cui ebbi effettivamente l'influenza. Avevo bisogno di un giorno libero. Mi diedero del Tamiflu, ebbi una reazione allergica, twittai una foto e poi ricevetti un reclamo per non essere andato a lavoro e 'aver invece bighellonato su Twitter'. Tutto vero e decisamente folle".

Ovviamente Stauffer ha lavorato all'interno di Rockstar una decina di anni fa e la situazione potrebbe essere cambiata in meglio (o in peggio), ma queste dichiarazioni daranno certamente filo da torcere alla compagnia. Voi cosa ne pensate in merito? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]