Durante una recente diretta, il producer del nuovo Battlefield V, Andrew Gulotta, ha svelato che il team di sviluppo sta attualmente lavorando per rimuovere alcune opzioni di personalizzazione dei soldati non particolarmente gradite dalla community poichè poco attinenti con il periodo storico di riferimento.

"Abbiamo ascoltato i feedback della community, il focus di DICE per Battlefield V resta la Seconda Guerra Mondiale... ma quanto ci siamo spunti oltre? La community ci ha fatto capire di avere dei dubbi riguardo il realismo e l'autenticità di alcune opzioni di personalizzazione".

"Volevamo fornire ai giocatori un editor ricchissimo di possibilità ma abbiamo fatto un passo indietro in favore del realismo. Vogliamo partire con un tipo di approccio realistico... ma non tralasciamo nulla, osserveremo le reazioni dei giocatori, magari proveremo qualcosa di diverso".

"Possiamo inserire delle armi e se non funzionano, rimuoverle senza problemi.... niente è escluso in questo caso", ha concluso il producer. Cosa ne pensate di questo dietrofront da parte del team di sviluppo? Fatecelo sapere con un commento.

Battlefield V sarà disponibile a partire dal prossimo 20 novembre 2018 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Battlefield V